Economia

Giovani Univa, premiati i più bravi studenti-manager

Foto di gruppo dopo la premiazione

L’atrio del Centro congressi di Ville Ponti vede le giovani leve dell’Unione industriali di Varese incontrarsi, scambiarsi valutazioni sulla relazione del presidente del Gruppo Giovani Imprenditori, Alberto Parma. Una relazione che Parma ha appena tenuto nella parte privata dell’Assemblea annuale, quella a porte chiuse, parlando di “una crisi che ci ha imposto con sempre più forza l’imperativo di reinventare le nostre imprese”. Parma ha evocato una grande sfida, che va portata avanti nonostante i “gap” ormai strutturali, dal fisco ai lacci e laccioli burocratici, deficit ai quali si intreccia una congiuntura da far tremare le vene ai polsi.

Ma un’altra sfida è anche quella di lanciare un messaggio positivo, da parte del Gruppo Giovani di Univa. Aprire una finestra al futuro, a quelle che, fra qualche anno, saranno le nuove leve della nostra economia. Nell’atrio, ai 30-40enni imprenditori, si iniziano così a mescolare ragazzi e ragazze giovanissimi. Non sono in giacca e cravatta, ma in jeans e giubbotto, t-shirt e felpa dalle scritte fantasiose. Sono i ragazzi delle classi IV degli istituti superiori che hanno partecipato al Management Game, progetto patrocinato dall’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia e svoltosi, per il secondo anno, in collaborazione con il Comitato Regionale Giovani Imprenditori di Confindustria Lombardia.

Un concorso stimolante, che ha messo i 250 ragazzi coinvolti, provenienti da 9 istituti del Varesotto, nei panni di manager alla presa di decisioni strategiche da assumere, calcolando costi e benefici delle loro scelte, un modo per avvicinarsi, in maniera divertente, alla gestione aziendale e al lavoro in team. Una punta d’emozione, quando si arriva alla premiazione in sala, ma anche la felicità di essere stati manager per un giorno.

Sul podio, al terzo posto, l’Istituto Scuola Europea di Varese, ragazzi accompagnati dall’insegnante-jazzista Paolo Paliaga, per il progetto “Babbalucchiù”, con Murtaza Abbas Shamsi, Francesca Lovisolo, Sara Piotti, seguiti, al secondo posto, dall’Isis “Città di Luino-Carlo Volonté” di Luino, per “Gli Imparati”, con Luca Giorgetti, Martina Pigato, Stefano Priore, Alessio Zanetti. Infine, sul gradino più alto del podio, il progetto “Glee” dell’Istituto Superiore Don Milani di Tradate, con Martina Crosta, Davide Lomazzi, Alice Martegani, Giulia Michelini.

7 maggio 2010 Andrea Giacometti direttore@varesereport.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi