Ispra

Moriremo berlusconiani? Un nuovo libro fa il punto

Silvio Berlusconi

Un fenomeno, quello di Silvio Berlusconi, che si è già guadagnato intere biblioteche, in Italia e fuori. Certamente un impatto dirompente, il suo, rispetto al mondo politico italiano, che si è trovato all’improvviso a fare i conti con un’inchiesta giudiziaria di ampie proporzioni come Mani Pulite e l’apparire di nuovi movimenti e nuovi partiti sulla scena. Una vera catastrofe politica in cui è venuto alla luce quello che oggi è il più vecchio partito (in termini cronologici) presente in Italia, la Lega Nord.

Super-Berlusconi, con il suo piglio sbrigativo da manager, i suoi slogan, le sue tv, il suo controverso background, ha segnato l’entrata in scena di qualcosa del tutto nuovo per la politica. Ora il fenomeno-Berlusconi, il suo partito, prima Forza Italia, ora Pdl, gli alleati come il Carroccio, la sua proposta politica, la sua storia,  sono al centro di “Berlusconi e il berlusconismo”, un volume appena uscito a firma di Diego Giachetti, ricercatore torinese che punta a distinguere tra Berlusconi e la società italiana che si è riconosciuta in lui (il volume fa parte della collana “La Memoria” di Arterigere).

Un volume lucido e ricco di spunti, che sarà presentato sabato 8 maggio, alle ore 18, presso il Circolo Anpi di Ispra, nell’ambito della rassegna “Percorsi Resistenti”. Sarà presente l’autore.

5 maggio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi