Varese

Sabato volontariato in piazza, scuole coinvolte

La manifestazione lo scorso anno

L’Ufficio Scolastico Provinciale, Sportello Scuola Volontariato, Consulta Studentesca, con il supporto del Cesvov e il patrocinio della Provincia propongono, per sabato 17 aprile in tutte le scuole del territorio, una mattinata dedicata alla solidarietà e all’arte. La giornata sarà per gli studenti un’occasione di informazione, di incontri, di riflessioni, di testimonianze su un tema di grande rilevanza e per coloro che sono impegnati nel mondo del volontariato, una preziosa opportunità per diffondere presso le scuole la cultura del dialogo, della cittadinanza attiva, della tutela dell’ambiente, della costruzione della pace e della solidarietà sociale.

A Varese saranno le piazze a fare da cornice alla sesta edizione della manifestazione che vede protagonisti gli studenti dei Punti Scuola Volontariato e della Consulta Provinciale Studentesca. L’appuntamento è per le ore 9 in Piazza del Podestà per dare il via alla manifestazione, che mira a far conoscere le iniziative di volontariato e solidarietà e le esperienze di arte e creatività che gli studenti hanno realizzato. Ad aprire i lavori saranno il Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale e gli Assessori Navarro e Tomassini del Comune di Varese.

Da Piazza del Podestà la manifestazione si dividerà su più piazze. Protagonisti saranno i ragazzi delle scuole coinvolti durante l’anno in attività di volontariato attraverso l’opportunità offerta dai Punti Scuola Volontariato. I giovani metteranno in piazza il loro volto “solidale” meno conosciuto ma molto importante, testimoniando quanto da loro fatto nel tempo libero dando una mano a chi ha bisogno di aiuto. Abbinata alla manifestazione c’è anche la Giornata dell’arte, che vede protagonisti gli studenti della Consulta Provinciale Studentesca e che assume, in quest’ambito, il valore della condivisione di esperienze e di percorsi diversi.

L’edizione di quest’anno vede anche il coinvolgimento delle associazioni giovanili della provincia, che Cesvov ha censito nei mesi scorsi: esse si incontreranno presso la sede del Cesvov, da un lato per fare il punto della situazione dopo l’incontro internazionale di Rotterdam a cui hanno partecipato nel marzo scorso, dall’altro per sviluppare nuove idee e progetti da proporre alle istituzioni locali. Queste attività si inseriscono all’interno del progetto “Associazionismo, lavoro, impresa: esserci!”, in collaborazione con la Provincia di Varese e permettono ai giovani studenti di entrare in contatto con realtà associative in cui essi stessi sono i protagonisti.

Ecco le piazze coinvolte, ognuna caratterizzata da eventi diversi: sul palco di Piazza del Podestà, si alterneranno i gruppi musicali studenteschi partecipanti al concorso indetto dallo Sportello Scuola Volontariato; in Piazza Repubblica saranno protagonisti lo sport, in collaborazione con il Comitato Italiano Paralimpico, i laboratori espressivi e creativi e i “giochi d’altri tempi” proposti dagli ospiti del Molina; in Piazza Monte Grappa, oltre ai laboratori realizzati in collaborazione con Associazioni di volontariato, protagonisti con gli studenti saranno gli ospiti del Centro Diurno Integrato del Comune di Varese impegnati in balli di gruppo. In via Brambilla, presso la sede del Cesvov, ci sarà l’incontro con le associazioni giovanili della provincia.

Alle 12.30 il ritrovo per tutti sarà presso il Salone Estense, alla presenza della autorità, per il bilancio finale della manifestazione, la premiazione del concorso musicale e la chiusura ufficiale delle attività.

16 aprile 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Sabato volontariato in piazza, scuole coinvolte

  1. Luisa Oprandi il 18 aprile 2010, ore 13:30

    Ho visto la passione con cui gli studenti della scuola dove insegno e i colleghi hanno preparato questo importante momento. Educare alla solidarietà è fondamentale nel percorso di crescita. Grazie quindi a tutti gli educatori, a tutti i genitori e a tutti i giovani che credono davvero che un gesto d’amore, di amicizia, di sostegno donato è una ricchezza per la vita.
    Grazie alle scuole, tutte le scuole superiori della provincia, che sono imepgnate negli sportelli di volontariato.
    Grazie a chi testimonia nel quotidiano.
    Le nostre scuole sono belle, non sono quei luoghi disastrati che vogliono farci credere. I nostri ragazzi lo dicono con il loro entusiasmo.
    E’ questa della apertura, della solidarietà e dell’integrazione la vera sfida per un futuro migliore.

Rispondi