Varese

Il Comune chiede il 5 per mille. Per attività sociali

Una proposta ai contribuenti varesini da parte del Comune: dateci il vostro 5 per mille. Una richiesta che può lasciare perplessi, considerata la spesa del Comune nel corso dell’anno in quali rivoli spesso finisce. Sì, perchè in questo caso si parla di Servizi Sociali, ma il Comune spende anche su altri fronti, con spese non sempre condivisibili. Ma ci torneremo, delibere alla mano.

Comunque, resta possibile devolvere il 5 per mille alle attività sociali. Quindi è possibile destinare il 5 per mille al Comune di Varese (e lo si può fare barrando la casella “Attività sociali svolte dal Comune di residenza del contribuente”). Se non si barrano caselle, e non si sceglie diversamente, questa percentuale resta allo Stato.

Perché darlo al proprio Comune? Recita un volantino di Palazzo Estense: “I Servizi Sociali  sostengono le persone della tua città bisognose d’aiuto”. E, continua il volantino in nome della trasparenza, “grazie alle donazioni ricevute con il 5 per mille del 2006, pari a 78 mila euro, abbiamo potuto acquistare  2 mini-bus per il trasporto di persone disabili”. Con la cifra che sarà raccolta questa volta, il Comune intende “finanziare contributi alle famiglie bisognose messe in difficoltà dalla crisi economica”.

16 aprile 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Il Comune chiede il 5 per mille. Per attività sociali

  1. Filippo il 16 aprile 2010, ore 19:03

    Lancio una provocazione: ma non è in contraddizione il fatto che da un lato il governo centrale permette di devolvere una parte del proprio reddito agli enti e alle realtà che sono espressione della società (secondo il principio della sussidiarietà) mentre dall’altro consente ad organismi di matrice statale (come gli uffici dei servizi sociali dei comuni, appunto) di mettersi in concorrenza con i primi?

  2. silvia il 17 aprile 2010, ore 15:25

    D’accordissimo con Filippo. Entrando nel particolare, la contraddizione mette anche un po’ in crisi le coscienze: per es. dovrei dare il 5 x mille ad una scuola materna convenzionata per sostenere le proprie attività (e quindi aiutare le famiglie bisognose indirettamente) o dovrei darli al Comune per la stessa ragione?

    Tanto per non alzare troppo il livello della discussione: secondo me bastava tagliare… qualche aiuola! ;-)

Rispondi