Varese

Tosi (Pd): “Adamoli sindaco a Varese? No comment”

Stefano Tosi (Pd)

Stefano Tosi lascia la segreteria provinciale del Pd varesino. Terminato il suo mandato, ha deciso di non ricandidarsi. E lo fa annunciando l’avvio della macchina congressuale del partito di Bersani in provincia. A maggio si svolgeranno i congressi degli 85 circoli e a giugno (data da stabilire) l’assise provinciale. “Il mio obiettivo l’ho raggiunto: costruire un partito forgiato nel lavoro e nell’impegno”. E di lavoro e di impegno se ne è visto parecchio, nei quattro anni della segreteria Tosi: un’elezione europea, due nazionali, due regionali, due provinciali. Per non parlare delle primarie, tre a livello nazionale e una a livello locale. E, dulcis in fundo, ben tre segretari del Pd.

“Anni oggettivamente di grande movimento per il nostro partito e per la politica italiana”, sorride Tosi. Adesso lo attendono, lui consigliere al Pirellone, altre sfide: allargare al massimo l’espansione del Pd, fare crescere ed estendere la coalizione. Un lavoro da fare in vista della prossima scadenza, tra un anno, delle elezioni che riguarderanno i municipi di città importanti come Varese, Gallarate, Busto Arsizio. “Una sfida tutta aperta – ribadisce Tosi – dopo il bel risultato che abbiamo portato a casa a Saronno”.

Dunque, che fare per affrontare al meglio le prossime sfide?  Quali le ricette per vincere? “Nelle città va elaborato un progetto fatto di messaggi comprensibili, idee ma anche strade ed asili, estendere al massimo la coalizione anche dialogando con le liste civiche, valorizzare le tante preziose energie della società civile, scegliere candidati sindaci credibili”.

Veniamo ai nomi. Va bene, per Palazzo Estense, un esponente autorevole del Pd come Giuseppe Adamoli? Tosi ride. “No comment. Non voglio entrare nel merito dei nomi, siamo appena all’inizio del percorso”. E possibili segretari provinciali? “E’ giusto che altre energie, nuove, impegnate nel partito, salgano al vertice. Ma nessun nome, per ora”.

13 aprile 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi