Varese

Alla Piccola Fenice 25 candeline per Lietocolle

Michelangelo Camelliti

“Una bella serata tra amici, niente di più”. Sceglie il basso profilo, com’è nel suo stile, uno degli editori forse più invidiati, Michelangelo Camelliti, patron della casa editrice Lietocolle, che opera in località Faloppio (Como). Tra i più invidiati, l’editore, perché può realizzare bei libri, certo, ma soprattutto libri che gli piacciono. Perché più che di odore di fatturati e marketing, a Lietocolle si respira il profumo della letteratura e della poesia. E quale luogo migliore a Varese per festeggiare i 25 anni della piccola e pugnace casa editrice se non quel cenacolo di idee e personaggi che è la Piccola Fenice di Silvio Raffo?

Quasi una festa in famiglia, un appuntamento tra autori e fans di questi ultimi, un piccolo momento di celebrazione, sommessa e sincera. Sì, perché quando ci vuole, ci vuole. Ecco cosa sarà l’incontro di questa sera, venerdì 9 aprile, presentato dallo stesso editore Camelliti, che inizierà al circolo di Masnago alle ore 21.

“Nulla di accademico, ma soltanto la voglia di ripercorrere, insieme al padrone di casa, Silvio Raffo, e a tanti autori che hanno pubblicato con Lietocolle, una storia che inizia ad avere qualche anno”. Saranno presenti al reading varesino autori provenienti dal quadrilatero Como, Varese, Brianza, Milano. E cioè, oltre a Raffo, il gallaratese Franco Buffoni, il poeta-filosofo Tomaso Kemeny, il com’asco Pietro Berra, il giornalista Lorenzo Morandotti, l’erbese Giampiero Neri, il ticinese Gilberto Isella, la bustocca Marisa Ferrario Denna, e altri 15 autori dell’area geografica insubre.

Si parlerà di poesia, di libri, di idee e di progetti, passati e futuri. Un modo per spegnere le 25 candeline con l’allegria dei progetti belli e ben riusciti. Lunga vita a Lietocolle.

9 aprile 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi