Cultura

La siriana Maram Al Masri si leggerà al Santuccio

Xania legge Maram Al Masri al Santuccio

Ancora poesia, ancora autori che provengono da mondi lontani, da un punto di vista geografico, eppure vicinissimi, se guardiamo i comuni sentimenti. Con un’iniziativa che vede ritornare insieme un gruppo di poeti che hanno dato vita ad un suggestivo reading al Teatrino Santuccio, Reci-Talk. Poeti che, in collaborazione con l’associazione culturale di Varese “Il Vellone”, hanno organizzato un recital di versi autofinanziandolo, chiedendo aiuto ad altri poeti, ad amici, insomma, una sorta di azionariato popolare che porterà tra noi una grandissima poetessa  siriana, Maram Al Masri. Alcuni versi di questa raffinata intellettuale erano stati letti dal palco di Reci-talk, con intensità, dalla giovane poetessa Xania.

L’autrice sarà al Teatrino Santuccio di Varese, domenica 18 aprile alle ore 21, e darà vita ad una lettura di suoi versi, oltre che ad un interessante dialogo con uno tra i migliori poeti e traduttori varesini, Fabio Scotto, reduce da una bellissima iniziativa da lui organizzata a Milano, e che ha visto incontrarsi poeti italiani e poeti francesi.

Maram Al Masri è siriana e vive a Parigi dal 1982. Nel marzo 1998 le è stato attribuito il premio del Forum culturale libanese in Francia. Il suo primo libro è stato tradotto in spagnolo, in francese, in inglese. Molte sue poesie sono state tradotte in numerose lingue, ora è uscito il suo terzo libro “Ti guardo” pubblicato da Multimedia Edizioni nel 2009.

Un’occasione per ascoltare una voce poetica femminile che esprime con forza la sua interiorità e i suoi intensi paesaggi.

8 aprile 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “La siriana Maram Al Masri si leggerà al Santuccio

  1. Filippo De Sanctis il 8 aprile 2010, ore 22:13

    Meravigliosa opportunità resa possibile ancora una volta dal gruppo di poeti che, in questa occasione, ribattezzerei " i Poeti S.p.A" un vero azionariato per la Cultura, una virtuale borsa "valori" nella quale ognuno ha investito in una iniziativa nobile e sopratutti utile!
    Grazie anche a Varesereport.it che segue sempre con molta attenzione le iniziative culturali, costituendo cosi un punto di riferimento davvero importante per chi a cuore iniziative "alternative".
    Filippo De Sanctis

Rispondi