Varese

Spese legali, Palazzo Estense sborsa 400 mila euro

Ancora all’attacco del bilancio comunale predisposto dalla Giunta Fontana per il 2010. Questa volta sono nel mirino spese eccessive e difficilmente giustificabili relative a poste, spese legali e spese postali. Continua così la disanima, attenta e puntigliosa, da parte del consigliere comunale e leader di Movimento Libero, Alessio Nicoletti.

Dopo avere sottolineato ieri le eccessive spese telefoniche (565.390 euro) previste dall’esecutivo di Palazzo Estense, oggi Nicoletti contesta gli stanziamenti previsti nel bilancio comunale 2010 per spese postali, spese legali e spese per noleggio fotocopiatori.  843.083 euro in tutto, di cui 316.500 per spese postali, 400.000 (di cui 100.000 per transazioni ed esecuzioni sentenze) per spese legali e 126.583 per spese noleggio fotocopiatori.

“Crediamo che queste cifre non abbiano bisogno di ulteriori commenti: sono eccessive – dichiara Alessio Nic0letti -. E confermiamo che in sede di bilancio presenteremo degli emendamenti per ridurre sensibilmente queste spese. Pensiamo comunque che i varesini abbiano il diritto di conoscere queste spese per valutare l’operato della Giunta Fontana, che per noi è stato e rimane estremamente negativo”.

7 aprile 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi