Como

Il jazz e la notte di Tom Waits secondo la Fedele

Tom Waits

Il grande Tom Waits sale sul palco. E lo fa grazie alla Cooperativa Sociale AttivaMente, che venerdì 9 aprile, alle 20.30, presso il Teatro Sociale di Como, fa debuttare “87tasti” di Jacopo Boschini e Laura Fedele, con la stessa Laura Fedele, Stefano Dall’Ora, Gio Rossi, per la regia di Jacopo Boschini

Due vite, due storie, nello spettacolo. Denny, che ha dato fuoco al suo passato, che ha perso le sue lacrime, e che si si sente un fallito ancora prima di averci provato. 87tasti che, invece, ha un grande talento. Ha suonato con i migliori, ha sempre creduto che musica e vita fossero la stessa cosa, fino a quando una lenta e triste decadenza lo porta ad una polverosa solitudine. Le loro storie corrono su binari convergenti, sfiorano vite di  camionisti dall’animo filosofico, di cameriere e prostitute che sognano una vita migliore, di barboni fatti d’ombra e tristi frequentatori di bordelli. Binari che si  perdono in un labirinto di strade, tavole calde, motel da  pochi dollari, fino ad intrecciarsi davanti alla vetrina di un banco  dei pegni.

La prima forma di 87tasti è stata quella del cd Pornoshow, nel quale Laura Fedele ha tradotto in italiano ed interpretato alcune canzoni di Tom Waits. Ma, per Laura Fedele, Tom Waits non è solamente un cantautore: è un modo di vedere, e soprattutto sentire, il mondo. Per questo ha deciso – con la collaborazione del regista e drammaturgo Jacopo Boschini – di trasformare Pornoshow in uno spettacolo teatrale nel quale, attraverso il susseguirsi e il compenetrarsi di monologhi e brani musicali, vivono i temi ricorrenti del ricco immaginario watsiano: la strada, la notte con le sue ombre, il jazz, gli eccessi, l’inquietudine del vivere e anche quella del non vivere.

Lo spettacolo è prodotto nell’ambito del progetto Etre – Esperienze Teatrali di Residenza di Fondazione Cariplo

6 aprile 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi