Varese

“Amor di libro” è morto. Contrordine: è ancora vivo

Lettori sotto il tendone di Amor di libro

Esitazioni e incertezze sono all’ordine del giorno a Palazzo Estense. Così, dopo l’annuncio della morte della manifestazione culturale “Amor di libro”, una scelta obbligata visto il pessimo esito delle ultime edizioni, eravamo in attesa di conoscere le proposte alternative che avrebbero preso il suo posto. Già da tempo girava voce di una mostra del libro curata dalle librerie sotto il tendone, lo stesso che poi ospita il festival di Terra Insubre. E, invece, veniamo spiazzati da un alro annuncio: “Amor di libro” è vivo e vegeto. Infatti, il Comune di Varese, nell’ambito del progetto regionale “Mosaico giovani”, organizza “Amor di libro Giovani 2010”.

Non solo: dopo che il sindaco-assessore alla Cultura, Attilio Fontana, aveva pronunciato un sì convinto alle sinergie e alle collaborazioni, in particolare con il Premio Chiara, ora si viene a sapere che non solo ci sarà “Amor di libro”, ma che questo sarà una fotocopia del Festival del racconto organizzato dagli Amici di Piero Chiara. Nel calendario di “Amor di libro Giovani” ci saranno incontri letterari con autori giovani ed emergenti. Ancora: le parole incontreranno la musica, in quanto il cartellone propone presentazioni dei libri intrecciate a performance musicali e teatrali. Insomma, gli stessi ingredienti del Chiara.

Finora si conosce solo il primo dei tre appuntamenti in programma il 16 aprile, il 22 e il 23 maggio alle ore 21 presso il Teatrino Santuccio di Via Sacco. “Amor di libro Giovani” parte il 16 con un volume sull’ultimo grande tour di Faber-Fabrizio De André. Presente Elena Valdini, della casa editrice Chiarelettere, sarà proposto “Tourbook – Fabrizio De André 1975/98”, storie, aneddoti e i retroscena del suo ultimo grande tour. A seguire un reading di letture tratte dal libro e musica.

L’importante, nella vita, è decidersi, comportarsi in maniera chiara e coerente. E dunque decidere, una volta per tutte, se “Amor di libro” esiste ancora oppure, come annunciato tra squilli di trombe e rulli di tamburi, se non esiste più, in nome delle sinergie, della sussidiarietà, del “facciamo un passo indietro”. Non si può sempre scegliere di non scegliere.

2 aprile 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a ““Amor di libro” è morto. Contrordine: è ancora vivo

  1. elena emilitri il 12 aprile 2010, ore 16:44

    Buongiorno, sono la responsabile dell’ufficio Informagiovani- politiche giovanili del Comune di Varese, nonchè organizzatrice della rassegna Amor di libro Giovani. Volevo fare alcune precisazioni sulla rassegna, precisazioni, tra l’altro, già fatte ufficialmente durante la conferenza stampa di presentazione degli eventi dell’8 Aprile scorso.
    “Amor di libro giovani” è parte di un progetto di politiche giovanili più ampio e articolato denominato Mosaico Giovani che è stato finanziato dalla Regione Lombardia nel mese di gennaio 2009. La progettazione di Mosaico Giovani è stata fatta nel mese di marzo 2008, inserendo Amor di libro giovani quale costola della più ampia rassegna Amor di libro, al fine di promuovere la creatività e la partecipazione giovanile. Naturalmente più di due anni fa non si poteva prevedere l’evoluzione che avrebbe avuto la rassegna Amor di libro e, ad oggi, i vincoli amministrativi della Regione ci hanno imposto di realizzare il progetto così come era stato previsto inizialmente, diversamente avremmo perso i finanziamenti per la realizzazione dello stesso.
    Nessuna esitazione, dunque, ne cambio di rotta per la mia amministrazione ma semplicemente la volontà di realizzare eventi importanti per i giovani del territorio e di non sprecare fondi pubblici. A tutti i lettori di Varese Report rinnoviamo comunque il nostro invito a partecipare agli eventi gratuiti che riteniamo essere interessanti e di qualità non riproponendo formule già consunte ( nessuno degli artisti si è già esibito a Varese )ma sperimentando nuovi linguaggi ( letterari, musicali, teatrali e cinematografici) e stimolando la partecipazione diretta dei giovani.

Rispondi