Varese

Cantieri infiniti a Villa Mirabello. Riapre l’Isolino

Uno scorcio di Villa Mirabello

Pochi varesini, forse, sanno che a Varese esiste un Museo Archeologico. E’ collocato a Villa Mirabello, la nobile dimora che sovrasta i Giardini Estensi, ed è uno spazio legato al circuito dei Civici Musei di Varese. Uno spazio poco frequentato e scarsamente utilizzato, dato che a Villa Mirabello da anni ci sono lavori in corso, cantieri infiniti che lavorano senza che si riesca mai a vedere il traguardo. Anche Villa Mirabello attende da tempo un rilancio che però tarda a venire, e si continua ad attendere che possa fare da cornice ad eventi e mostre che, negli ultimi anni, sono diventati sempre più rari.

Collegato all’Archeologico, c’è poi il Museo Preistorico dell’Isolino Virginia, sezione staccata dei Civici Muse, uno spazio museale che riapre a Pasquetta. Da lunedì 5 aprile, quindi, fino all’1 novembre, ogni sabato e domenica (oltre agli altri giorni festivi), dalle ore 14 alle 18, i visitatori possono visitare questo museo.

L’isola fu sede di un insediamento preistorico  documentato dagli scavi archeologici come esistente già dalla seconda metà del quinto millennio prima di Cristo: alla civiltà  palafitticola ed alle ricerche condotte in questo campo, nonché ad alcuni reperti significativi  trovati sull’isola è appunto dedicato il museo nell’ex Villa Ponti attrezzato  con materiale audiovisivo  e tabelloni esplicativi. L’isola è raggiungibile con un servizio di trasbordo  in barca con partenza dal  pontile di Biandronno. Sull’isola  funziona   tutti  i  giorni   servizio  di  bar-ristorante ove é possibile gustare ottime specialità della tradizione locale.

31 marzo 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi