Varese

Ha già vinto il partito del non-voto

Oltre 10% in meno i votanti in provincia di Varese alle 22 di ieri sera, rispetto all’ultimo voto per il Pirellone del 2005. Il 46,4% degli aventi diritto ha votato nella giornata di ieri, ma resta ancora la giornata di oggi, dato che si può votare fino alle 15. Tuttavia appare molto difficile un recupero della partecipazione al voto, considerato il crollo che si è registrato. Un tracollo che riguarda la nostra provincia che, del resto, è assolutamente allineato con i dato a livello nazionale. Un po’ meno pronunciato il calo, ma di pochissimo, nel capoluogo: al voto il 45,5%, 9 punti in meno rispetto alle ultime consultazioni regionali.A Busto affluenza al 46,9%, a Gallarate il 47,6, mentre a Saronno, centro che segna un’inversione di tendenza, al voto il 56,7 degli aventi diritto.

Difficile iniziare a prevedere chi possa avere colpito maggiormente l’ingrossarsi del partito del non-voto, se Pdl, Lea Nord, Pd, Udc o altri. Ieri, complice la giornata primaverile, molti certamente hanno disertato le urne. Si tratta di capire se si è trattato solo di un rinvio ad oggi o un vero e proprio segnale lanciato al mondo politico anche a seguito di scandali e difficoltà che si sono abbattute sul mondo politico neli ultimi mesi.

29 marzo 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Ha già vinto il partito del non-voto

  1. gigi il 29 marzo 2010, ore 11:26

    mi spiace, ma chi non vota non può vincere. Ha scelto in partenza di adeguarsi al vincitore di turno e non dovrebbe lamentarsi in futuro, avendo omesso un dovere, prima che un diritto!

Rispondi