Varese

Al Twiggy l’elettronica retrò di una band fetish-pop

Al Twiggy Club sabato 27 marzo, alle ore 22.30, è il momento di Xelius Project, un progetto elettronico live, nato a Varese, di ispirazione assolutamente retrò. Su un palco popolato solo da sintetizzatori analogici,  Xelius (Luca Martegani) e Albion (Alberto Taverna) portano sulla scena la loro convinzione che la musica elettronica comparsa verso la metà degli anni 70 fino ai primi anni 80 fosse il reale incipit per la “musica del futuro”. Un futuro che, come fu descritto in quegli anni, non corrisponderebbe certo all’oggi in cui viviamo.

La musica di Xelius Project è legata ad un concetto ben preciso: nostalgia del futuro. Le implicazioni culturali e stilistiche sono ancorate all’Europa verticale del passato: Kraftwerk, D.A.F, Gary Numan, OMD, Depeche Mode, fino ai “nostri “ Krisma, hanno tracciato l’asse temporale e geografico su cui il progetto ruota. Un culto feticistico del suono e della sua origine che autoetichetta XeliusProject come band Fetish-POP.

Dagli arrangiamenti maniacali delle prime date, il suono della band evolve continuamente verso forme più rarefatte e minimal con maggiore spazio all’improvvisazione. Nel 2010 è uscito sui principali canali di download un primo lavoro discografico, ATOMAGE , che raccoglie tracce eterogenee appartenenti alla primissima fase del progetto. ATOMAGE porta l’illustre firma del mastering engineer Henning Schmitz dei Kraftwerk. In gestazione un secondo lavoro discografico. XeliusProject ha partecipato alle compilation tributo: Chybernation (krisma) in pubblicazione, CONGARBO (photographic \ distribuzione Venus). REMIX di nota più recenti sono Hybrid Moments di Helalyn Flowers(ALFA MATRIX), brani prodotti con Andy dei Bluvertigo, e altre collaborazioni soniche in corso di sviluppo.

Formazione: Xelius (Luca Martegani): Voci, Sintetizzatori, programmazione. Musicista, Sound designer e tecnico elettronico, costruttore dei suoi stessi sintetizzatori, collabora a numerosi progetti musicali e artistici da 20 anni a questa parte, dal pop alla contemporanea.

Albion (Alberto Taverna): Ritmi, Sintetizzatori, programmazione. Musicista polistrumentista, laureando in Scienze eTecnologie dalla Comunicazione Musicale presso la facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell’ Università degli studi di Milano. Suona dall’età di 8 anni.

25 marzo 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi