Varese

Comune di Varese, 9 addetti controllano mille cantieri

L'assessore leghista Fabio Binelli

L’assessorato all’Urbanistica si riorganizza, come ha spiegato questa mattina l’assessore Fabio Binelli, in corsa per la Lega Nord alle elezioni regionali. Una serie di provvedimenti per semplificare le procedure e accorciare i tempi delle risposte. Dunque, un’operazione assolutamente meritoria. E anche un passaggio, come ha rivelato il segretario generale Filippo Ciminelli, di un’azione di una più vasta riorganizzazione che riguarda l’intero ente comunale.

Ma torniamo a Binelli. Come ha spiegato l’assessore, “vogliamo migliorare i tempi per le risposte ai cittadini e per questo abbiamo messo mano ad una ristrutturazione generale dell’assessorato”. Con pratiche più complesse in mano ai funzionari più esperti e decisioni più semplici affrontate con più celerità.

Sbalorditivo, invece, il capitolo controlli e vigilanza sulle pratiche edilizie, sui cantieri, sugli abusi. Come ha detto Binelli, al momento le forze della macchina comunale adibite a controllare i cantieri, su tutto il territorio di Varese, sono due. Sì, soltanto due, con compiti generali di controllo del territorio. A questi si aggiungono altri sette addetti a controllare i cantieri dei quali loro stessi hanno autorizzato il via, sempre alla ricerca di abusi.

Sapete quanti sono i cantieri edilizi che partono ogni anno sul territorio comunale? Risposta del dirigente Gianluca Gardelli: “Quelli più rilevanti sono 400, poi ci sono i più piccoli, circa 700. E poi ci sono tutti quelli abusivi”.

Dunque, più di mille cantieri e due soli addetti ai controlli (per quanto riguarda i controlli effettuati dall’assessorato di Palazzo Estense). Come dice giustamente l’assessore Binelli, “la mancanza della cultura dei controlli è un problema nazionale, ma qui stiamo cercando di spostare personale dagli uffici ad una maggior presenza sul territorio”.

23 marzo 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi