Varese

Tanti i portali web sul turismo. Ora cerchiamo i turisti

Da sinistra, Francesco Curci, Della Chiesa, Brianza

Ora anche la Provincia di Varese ha il suo portale turistico. Un neonato portale che si affianca a quelli già esistenti, promossi da amministrazioni pubbliche e da enti privati. Ora il problema principale sono i turisti. Attirarli qui con Malpensa considerato hub era già difficile, ora che l’aeroporto della brughiera è stato di fatto declassato, la difficoltà è ancora maggiore.

Questo ultimo nato, presentato oggi in Provincia dall’assessore alla Cultura Francesca Brianza e dal direttore dell’Agenzia del turismo provinciale Paola Della Chiesa, si aggiunge a portali come www.varesecittagiardino.it, promosso dal Comune di Varese, oppure www.vareseturismo.it, realizzato dal Consorzio Convention & Visitors Bureau della Camera di commercio, per non parlare dei vari settimanali e quotidiani on line che al turismo dedicano sempre molta attenzione. Ora c’è anche www.vareselandoftourism.it, che è stato lanciato questa mattina a Villa Recalcati.

Un portale, che come ha ribadito il direttore Della Chiesa, “è un portale di tutta la provincia di Varese, varesini e varesotti, ma anche un ponte verso  la comunità internazionale, dato che le notizie si possono leggere in quattro lingue oltre all’italiano”.

Un portale che, in prima battuta, appare con un’impostazione tradizionale, e che sarà aggiornato sempre passando dal filtro dei tempi e delle modalità di un’istituzione, e dunque con un rallentamento inevitabile sul fronte della comunicazione di novità. I testi appaiono spesso eccessivamente lunghi rispetto allo strumento del web, e non manca qualche difficoltà a proposito del collegamento con i social networks, spazi eccewssivamente “friendly” per un sito istituzionale. Ma la cosa è allo studio.

22 marzo 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi