Varese

Cinefesta, professori di Baricco, seminari e pizzata

La regista Francesca Comencini

Sarà perchè c’è uno dei professori della scuola di Alessandro Baricco, sarà perchè è un evento nuovo per Varese, sarà perchè l’argomento cinematografico strega, da sempre, tutti noi, ragazzi e vegliardi, ma i seminari della prima Cinefesta di Varese sono stati presi d’assalt0. Mettendo in qualche difficoltà gli organizzatori, che sono subito corsi ai ripari.

Ha dunque  ragione Bambi Lazzati, una delle “anime” del Premio Chiara, ad esprimere forte la sua soddisfazione. “Dalle risposte alla nostra iniziativa vediamo che i giovani hanno ancora voglia di imparare e di partecipare, se doverosamente motivati dai loro professori. Insomma, la cultura c’è, e quando c’è attira i giovani”. E’ vero. E’ il caso di questa nuova Cinefesta, organizzata venerdì 12 e sabato 13 marzo, a Varese, dagli Amici di Piero Chiara in collaborazione con i Cortisonici. Hanno collaborato anche il Comune di Varese e l’Ufficio scoalstico provinciale.

Un’associazione, gli Amici di Chiara, che rischiava di diventare giurassica come tante altre, se non avesse fatto un’inversione di marcia e un’apertura verso i  giovani. Esemplare, a tale proposito, proprio questa manifestazione.

Ora si trova a gestire una risposta delle scuole medie superiori di Varese e del Canton Ticino quasi imbarazzante. E’ stato trasferito di peso al Cinema Teatro Nuovo il seminario cortisonico di venerdì 12, alle ore 9, su “Scrivere di Cinema”, su recensione, saggio, intervista, tecniche di critica e giornalismo cinematografici, tenuto da uno dei docenti della scuola “Holden” di Alessandro Baricco, che nella mitica scuola torinese è professore di linguaggio del cinema, Bruno Fornara, che dibatterà insieme a al critico Mauro Gervasini. Al seminario si sono infatti iscritti 380 ragazzi.

Stessa musica per il seminario di sabato mattina 13 marzo, sempre al Cinema Teatro Nuovo di Varese: 420 i ragazzi che si sono iscritti al seminario su “L’arte del cortometraggio: scrittura, realizzazione, visione”, a cura dei tre moschettieri cortisonici, “Peter Pan” Massimo Lazzaroni, il saggio Gianluca Gibilaro, e il serio Alessandro “Ale” Leone. Alla Cinefesta i tre si scalderanno i muscoli dato che dal giorno dopo, con pausa lunedì, parte il tour de force dei Cortisonici. Dopo il seminario al Nuovo, per giunta, è stata prevista anche una pizza a prezzo politico, alle 13.30, all’Amalfitana, in via Dandolo (10 euro con pizza a scelta, bibita e dolce). Ma che volete di più?

Non dimentichamo, certo, la vera punta di diamante dell’iniziativa: tra questi appuntamenti seminariali, ci sono anche i due momenti dedicati a Francesca Comencini, la grande regista italiana su cui torneremo ancora. Eccome. Con molte notizie e molte considerazioni.

9 marzo 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi