Varese

Ridere l’8 marzo con Katiana e Valeriana

Katia e Valeria questa sera all'Apollonio

Ad offrire un sorriso alla giornata della donna, in arrivo direttamente dal cabaret di Zelig, ci pensano questa sera al Teatro di Varese, alle ore 21, il duo comico al femminile Katia e Valeria (al secolo Katia Follesa e Valeria Graci). Una proposta piuttosto singolare, dato che di coppie comiche maschili è pieno il mondo, mentre è assai più raro il caso di donne che, in due, salgono sul palco per far ridere.

L’evento teatrale dedicato a questo 8 marzo si intitola “Base per altezza diviso due”, un modo ironico e autoironico per parlare di donne, un’ottima ricetta anche per togliere retorica e spirito celebrativo da questa giornata.

Katia e Valeria nascono, cinque anni fa, a “Zelig”. Nel loro spettacolo Katia e Valeria propongono i personaggi che hanno segnato la loro carriera: le due svogliate collegiali che invece di studiare si sfidano a “Nomi, cose, città”, inventando temi assurdi per prevalere l’una sull’altra; le finaliste di Miss Italia che raccontano un mondo i cui unici ingredienti sono diventare le più belle, tifare per la pace nel mondo, aver letto un solo libro (“Il piccolo Principe” di Andrea Casiraghi) e aver visto un solo film, la trilogia” di “Kill Bill 1 e 2”. Ma soprattutto ci saranno Katiana e Valeriana, due corteggiatrici “svarionate” che tentano di conquistare il tronista di turno fronteggiandosi a colpi di poca femminilità e urla isteriche: “Brava Brava Brava!”, diventato un vero tormentone.

Per il pubblico che ha amato Katia e Valeria in TV, non mancheranno proposte inedite, come l’esilarante sketch delle “zitelle”. Come in ogni matrimonio che si rispetti un ruolo fondamentale lo giocano le due zitelle che sparlano degli invitati, criticando il modo di vestire e fantasticando sulle acconciature. Anche il prete in tutta questa “carrellata nuziale” viene preso di mira.

8 marzo 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi