Cultura

Nomade e imprevedibile, arriva la Carovana dei versi

La Carovana dei versi in piazza Monte Grappa

“Invadere la quotidianità di poesia” questa l’idea di base che nel 2004 spinse abrigliasciolta a ideare ed organizzare  performance ed incontri che coinvolgessero il pubblico alle prese con le proprie attività di ogni giorno. Quest’anno il calendario occupa tutto il mese di marzo esplodendo in una festa corale, tra una quarantina di autori proprio il giorno “designato” dall’Unesco a ricordare che la poesia è “spazio per l’ospitalità”. Ed anche quest’anno la Commissione Nazionale ha riconosciuto il valore del lavoro sobrio, silenzioso e certosino svolto da abrigliasciolta in sei anni di attività.

E’ nato tutto proprio dall’idea itinerante e corale di diffondere una cultura rispecchiante il semplice diritto degli esseri umani, proprio come la definì l’Unesco nel 1968 ‘… è un’esperienza umana difficile da definire, ma noi la riconosciamo come la totalità dei modi con i quali gli uomini creano progetti per vivere. E’ un processo di comunicazione tra gli uomini; essa è l’essenza dell’essere umano. La cultura è tutto ciò che mette in grado l’uomo di essere operativo e attivo nel suo mondo, e di usare tutte le forme di espressione sempre più liberamente per stabilire comunicazione tra gli uomini…’

Sarà proprio Sandro Sardella giovedì 11 marzo, alle 19, presso La Castellanza di Via Sant’Imerio a Varese, a inaugurare la sesta edizione del word poetry day abrigliasciolta. L’autore proprio il 23 febbraio ha dato alle stampe il suo ultimo volume Fiori di carta che ripercorrerà in un viaggio d’avventura, presentato da Andrea Giacometti e commentato da Gisa Legatti. Il 13 marzo, il cartellone si sposta nella capitale, a Beba do Samba, alle 20.30, dove avrà luogo un incontro, e si potranno fare quattro passi tra le pubblicazioni di carovanieri storici: Maria Grazia Calandrone (Crocetti), Bianca Madeccia (ilfilodipartenope), Zingonia Zingone (PerroAzul), Massimo Barbaro (Foglio clandestino) e Sandro Sardella (abrigliasciolta).

L’incontro romano avvierà la consolidata carovana dei versi, che approderà, il 21 marzo, alle ore 19, per la sua tappa di chiusura, al Chiostro di Voltorre (Gavirate), per celebrare la Giornata mondiale della poesia con la presentazione della carovana dei versi, raccolta edita da abrigliasciolta. Le tappe intermedie della carovana, improvvise e imprevedibili, saranno segnalate quotidianamente. Quest’anno partecipano Andrea Nucci – Anna Consolo – Antonella Visconti – Bianca Madeccia – Bruno Marai – Carlo Squillante – Claudio Bedocchi – Dario Chiaravalli – Debora Ferrari – Francesca Genti – Giuseppe Ciarallo – Giuseppe Della Misericordia – Iacopo Ninni – Luca Previato – Luca Traini – Lucia D’anna – Marco Alessio Signò – Marco Tavazzi – Maria Grazia Calandrone – Maria Pia Quintavalla – Massimo Barbaro – Max Tusa – Metello Faganelli – Pierluigi Tedeschi – Roberto Ferrari – Salaheddine Louiragui – Silvia Monti – Tiziana Cera Rosco – Thomas Maria Croce – Velvet Afri – Yassine El Rakhilli – Zingonia Zingone.

Chiusura col botto, il 30 marzo, alle 21, con la performance dedicata al volume Ellis Island del poeta italo-americano Robert Viscusi (probabile location varesina il Teatrino Santuccio di via Sacco). Nato a New York nel 1941, Viscusi è stato fondatore e presidente dell’IAWA (Italian American Writer’s Association). A Varese propone Ellis Island, un poema in 624 sonetti e 52 libri. La performance di Viscusi, ripresa da Luca Fantini, rievoca la forza delle onde in continua trasformazione in cui fluttua la città statica e le origini dell’autore. Ellis Island è il libro dei mutamenti impressi nella memoria di un secolo di migrazioni. Il poema vive attraverso la storia delle trasformazioni e delle promesse che l’America ha fatto ai nuovi «approdati». E’ l’allegorica visione che abbiamo tutte le mattine svegliandoci davanti ad un nuovo giorno. I primi quattro libri di Ellis Island e il film di Luca Fantini sono raccolti per la prima volta nella pubblicazione targata abrigliasciolta.

5 marzo 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi