Regione

Cattaneo a Varese: ecco le ricette contro la crisi

L'assessore uscente Raffaele Cattaneo

E’ rassicurante, Raffaele Cattaneo,  assessore uscente alle Infrastrutture del Pirellone, presente nella sede del comitato elettorale di Varese. A proposito dei problemi della lista Pdl lombarda dice: “Ho passato ieri pomeriggio con Formigoni, che era serenissimo, convinto dell’infondatezze delle osservazioni”. Continua Cattaneo: “Ci sono sentenze del Consiglio di Stato che ritengono non essenziali alcuni requisiti, come la presenza di un timbro tondo”.

Negligenza da parte dei responsabili Pdl per le liste? L’assessore regionale sorride. “Penso che dovremo far fare al Pdl la stessa cura che abbiamo fatto fare alla burocrazia regionale. Cose come queste sarebbero impensabili al Pirellone”. Comunque l’assessore alle Infrastrutture tiene a precisare: “Comunque non ci sono firme false né mancano firme. E questo è importante”.

Cattaneo è a Varese per rilanciare le politiche regionali per le imprese e per il lavoro. “Vado in giro per la campagna elettorale e spesso scopro che la gente non sa cosa abbiamo fatto sul fronte dell’economia”. Diversi i provvedimenti anti-crisi. E va fiero di essere battezzato, nell’ultimo volume di Di Vico, che sarà presentato a Jerago con Orago, “sindacalista della micro-impresa”. Tra le misure rivendicate da Cattaneo, risorse per sostenere la cassa integrazione, finziamento di grandi opere e di piccoli interventi nei Comuni. Più recente il semaforo verde a quello che definisce “pacchetto della fiducia”, con misure che tendono una mano alle imprese sostenendo l’innovazione, nel settore edile e in quello agricolo. Cattaneo rivendica anche il sostegno al Distretto aerospaziale e ai Distretti del commercio.

“Una serie di misure – conclude – per dire che ci siamo, e ci siamo convintamente e concretamente in questa crisi e per il sostegno di impresa e lavoro”.

2 marzo 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi