Canton Ticino

Premio Morselli, buon successo in trasferta a Lugano

Approfondimento teologico di Linda Terziroli

Partecipazione significativa e interesse anche per la seconda giornata dedicata a “Guido Morselli, il genio segreto”, organizzato dal comitato intitolato allo scrittore varesino, con il patrocinio di Provincia di Varese e Comune di Gavirate. Un convegno, questa volta, in trasferta, dato che si è svolto presso l’Hotel Splendide Royal di Lugano.

Un centinaio i partecipanti che hanno seguito con attenzione le relazioni proposte dagli studiosi. Pochi i varesini, anche per il blocco del traffico anti-smog, mentre erano decisamente di più i cugini elvetici, tra i quali era presente anche lo scrittore Giuseppe Curonici con la moglie.

Al convegno luganese dal titolo “Guido Morselli: scritture parallele”, ha aperto le danze una colta e raffinata relazione di Silvio Raffo, presidente del Premio Morselli, su due grandi romanzi dello scrittore, “Roma senza papa” e “Contropassato prossimo”, entrambi pubblicati postumi. E’ poi intervenuto Alberto Buscaglia che ha proposto un parallelismo tra Morselli e Fogazzaro. Poi è intervenuto nuovamente Raffo che ha parlato del rapporto tra Morselli e Leopardi, vedendo in alcuni temi, come l’infelicità, la sofferenza, ma anche un disperato amore per la vita, alcuni punti comuni tra i due autori.

Dopo una comunicazione di Matteo Vecchio sull’introduzione del filosofo Banfi al “Proust” di Morselli, è stata la volta di una curiosa relazione della giovane Linda Terziroli, curatrice dell’epistolario di Morselli, sull’interesse teologico dello scrittore varesino. La Terziroli ha parlato di una vera angoscia del problema religioso in Morselli, in una continua oscillazione tra fede e agnosticismo. “Una sete indomabile di coerenza e di sistema – ha ricordato la studiosa -, che tuttavia non trova mai una rassicurante soluzione”.

Nel frattempo prosegue l’arrivo dei testi alla segreteria del Premio per il concorso. Una trentina i romanzi inediti giunti finora, con la scadenza del concorso prorogata al 7 marzo. I vincitori saranno proclamati domenica 23 maggio, presso la Casina Rosa di Gavirate, “buen retiro” dello scrittore donato dagli eredi dello scrittore al Comune di Gavirate. Per l’occasione sarà scoperta una targa e inaugurato un primo allestimento del museo dedicato allo scrittore.

1 marzo 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi