Varese

Cargo di miele varesino ad Haiti. Collabora la Toscana

Da Varese miele per i bambini haitiani

Varese sta segnando un primato positivo, cosa che accade piuttosto raramente. A distanza da poco più di un mese dal terribile terremoto che ha distrutto vite umane, case, chiese ed ospedali, Varese continua a ricordarsi di Haiti, a differenza di tanti che hanno già dimenticato quella terra bellissima e sofferente. Continuano, infatti, a susseguirsi benemerite iniziative di solidarietà, come abbiamo ricordato a proposito del gruppo Ubi.

Questa volta a fare la parte del leone è la Provincia di Varese in collaborazione con il Consorzio per il miele. Saranno oltre 100 mila bustine di miele varesino che saranno distribuite dalla Croce rossa italiana nella martoriata Haiti.

Dieci quintali di miele sono stati consegnati questa mattina alla Croce rossa italiana da Provincia di Varese e Consorzio per il miele. “Una bella iniziativa che ancora una volta conferma la grande generosità  del nostro territorio – ha commentato il presidente della Provincia, Dario Galli. “Nelle prossime settimane, quando ripartirà la fase di ricostruzione, valuteremo la possibilità di assumere qualche altra iniziativa solidale a distanza per dare un aiuto più grande a questa terra colpita dalla tragedia del terremoto”.

A spiegare come è nata l’iniziativa solidale è stato l’assessore all’Agricoltura, Bruno Specchiarelli: “Dopo una chiacchierata su cosa avremmo potuto fare per dare un aiuto, abbiamo pensato di portare un po’ di dolcezza, ma anche un alimento sano e genuino come il miele. La proposta è stata subito accettata e rilanciata dal presidente Galli, tanto che il quantitativo di miele donato dalla Provincia e dal Consorzio del miele del Varesotto è di 10 quintali. E’ stato tutto imbustato in dosi mono uso per questioni di praticità e di igiene e sarà la Croce rossa a farsi carico della distribuzione».

L’idea del miele è piaciuta anche in Toscana. “Per il confezionamento del prodotto il Consorzio si è rivolto all’azienda Angelini, un apicoltore di Camaiore, il quale non solo ha deciso di donare altre 6 mila bustine da 10 grammi ognuna, ma ha anche coinvolto il Comune e la Provincia di Lucca, che hanno destinato ben 35 mila mini confezioni”.

Alla consegna ufficiale del miele era presenta anche Emilia Scarcella, vicepresidente Cri Milano: “Sono rimasta colpita dalla grande generosità dimostrata da tutti coloro che hanno aderito a questa iniziativa. Le bustine verranno portare ad Haiti, dove ancora oggi è difficilissimo raggiungere la capitale. Noi stiamo raccogliendo tutto il materiale a Legnano dove abbiamo il nostro centro nazionale della Protezione civile della Croce rossa. A gennaio abbiamo già inviato un cargo con strutture da campo e un macchinario per rendere l’acqua potabile”.

Soddisfatto anche Nando Fiori, presidente del Consorzio miele della provincia di Varese: “E’ un’iniziativa fatta col cuore e con l’altissima qualità che sanno garantire i nostri produttori. Ci piacerebbe ora avviare un progetto di apicoltura in un paese in via di sviluppo che abbia le qualità idonee per accogliere questo tipo di attività”.

23 febbraio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi