Cultura

Vita e opere dell’Omero beat per la giovane Diano

Ferlinghetti davanti alla sua libreria

Non si può non provare nostalgia per la grande epopea beat. La “City Lights” di San Francisco, i cenacoli poetici tra i mantra di Ginsberg e i versi di fuoco di Corso, la consapevolezza, per la prima volta, che le nuove generazioni potevano rivoltare come un calzino l’american way of life. Una stagione ormai consegnata alla storia e alla memoria collettiva, che tuttavia conserva ancora oggi una sua vitalità, in un periodo in cui, di vere novità in poesia, qui ed oltreoceano, se ne vedono davvero pochine.

Ben fatta e ricca di riferimenti all’epoca e alle opere, giunge in libreria il lavoro di una giovane studiosa, Giada Diano, che ha appena pubblicato, per la Feltrinelli, “Io sono come Omero”, un’ampia biografia del poeta Lawrence Ferlinghetti, uno dei protagonisti più attivi della Beat Generation.

La giovane studiosa ripercorre le tappe della vita del poeta come un’antropologa che lavora sul campo svelandoci il passato, le scelte, i furori, il lirismo, l’ironia caustica di Ferlinghetti, il coraggioso poeta arrestato per aver pubblicato, con la famosa “City Lights”di San Francisco da lui fondata, i versi rabbiosi e doloranti di Ginsberg sfidando la censura e la politica repressiva dell’America anni Cinquanta.

La Diano presenterà la sua opera a Varese,  venerdì 12 marzo, alle 18, presso lo Spazio ScopriCoop di via Daverio. Introdurrà Enzo Giarmoleo.

22 febbraio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi