Economia

Stasi (Cgil Varese): un congresso sulla crisi e oltre

Franco Stasi, segretario generale della Cgil di Varese

Ci saranno tutti i corollari che la crisi porta con se’ dentro al prossimo congresso provinciale della Cgil varesina, forte di 72mila tessere, cresciute nell’anno della crisi. Una crisi che passa sulla pelle di tanti lavoratori anche se spesso resta lontana dalla bagarre mediatica che si nutre di operai abbarbicati su tetti e pali del telegrafo. Il conto alla rovescia per il congresso è cominciato: l’appuntamento è il 2 e 3 marzo prossimi alle Ville Ponti di Varese con intervento conclusivo del segretario regionale Nino Baseotto.

La due giorni, metterà sul piatto temi come immigrazione, diritti e coesione sociale, e sarà arricchita dalla proiezione di filmati tra i quali quello che riporta alle immagini in bianco e nero dell’occupazione della Tematex di Vergiate, nel 1971. Per Franco Stasi, segretario generale della Cgil di Varese, non ci sono dubbi: sotto i riflettori la crisi, ma anche quello che siamo e dove stiamo andando. Con l’indice puntato contro l’inerzia della politica.

1971- 2010, da una crisi all’altra?

Sicuramente questa crisi è la più forte da oltre trenta anni a questa parte, quello che manca in questo momento è una presa di posizione forte da parte della politica a tutti i livelli, sia nazionale che locale. Sul piano locale è importante in questo momento dire dove realmente stiamo andando e se si intende fare qualcosa perché la vocazione della nostra provincia rimanga quella manifatturiera.

Come sta andando il percorso del sindacato verso il congresso?

Abbiamo fatto più di mille assemblee e abbiamo coinvolto circa 20 mila lavoratori, presentando le due mozioni predisposte in vista del congresso nazionale in programma a Rimini dal 5 all’8 maggio. Senza svelare i risultati posso dire che senza dubbio quella di Epifani è quella che è prevalsa tra i lavoratori della nostra provincia.

Dopo il congresso provinciale ci sarà, a Malpensa Fiere il 17 e 18 marzo, quello regionale con la presenza del segretario nazionale, Guglielmo Epifani. In mezzo c’è l’appuntamento con uno sciopero nazionale…

Il 12 marzo la Cgil ha indetto uno sciopero: a Varese ci sarà un presidio a partire dalle 9,30 in piazza del Garibaldino. La crisi, a lungo negata, continua a colpire e vogliamo ribadire le nostre proposte al governo che fino ad ora sono state ignorate.

Uno sciopero non unitario. La Cgil si sente isolata?

Non vogliamo essere visti come il “Signor No”, ma in qualche modo l’isolamento c’è. Certo rispetto alle tematiche locali riusciamo comunque a mantenere rapporti unitari sulle questioni contingenti, come è accaduto con l’accordo di fine dicembre siglato tra Cgil, Cisl e Uil e sei organizzazioni datoriali. Del resto, verifichiamo ogni giorno anche una sintonia di fondo con le parole dell’arcivescovo di Milano, il cardinale Tettamanzi, quando interviene su questioni di fondo come gli stranieri, il lavoro che non c’è, la corruzione.

Che giudizio dà dell’accordo e che punto siamo, a questo proposito?

Il giudizio non può che essere positivo e sicuramente ci saranno presto sviluppi. A partire dal fatto che si ribadisce il ruolo del tavolo di concertazione provinciale. Da esso devono essere rimesse al centro le priorità che sono quelle della salvaguardia dell’occupazione e del nodo degli ammortizzatori sociali.

Parliamo del futuro: quale vocazione per l’economia del territorio e cosa ne pensa della questione Malpensa?

A mio modo di vedere la vocazione del territorio è e resta quella manifatturiera. Su Malpensa posso solo dire che è evidente il fallimento del governo e della Lega. Voli ridotti e ridimensionamento drastico dello scalo sono sotto gli occhi di tutti. Con 3mila e 500 lavoratori coinvolti da ammortizzatori sociali e 600 espulsi del mercato del lavoro, la situazione è grave e non si esce dal tunnel.

22 febbraio 2010 Paola Provenzano p.provenzano@varesereport.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Stasi (Cgil Varese): un congresso sulla crisi e oltre

  1. Stasi (Cgil Varese): un congresso sulla crisi e oltre – Varese Report il 23 febbraio 2010, ore 00:12

    [...] Articolo completo fonte: Stasi (Cgil Varese): un congresso sulla crisi e oltre – Varese Report [...]

Rispondi