Sanremo

La crisi approda anche al Festival di Sanremo

Maurizio Costanzo

Anche la crisi approda a Sanremo. E lo fa grazie al “colpo di teatro” di un giornalista come Maurizio Costanzo. Alla serata finale del Festival di Sanremo Costanzo, in procinto di rientrare in Rai, ha chiamato sul palco tre operai della Fiat dello stabilimento siciliano di Termini Imerese. Un momento di verità in cui i tre lavoratori hanno espresso la pura del futuro, tra cassa integrazione, licenziamento e disoccupazione. Per un momento anche il Paese reale ha fatto capolino nella grande kermesse canora.

Per commentare paure e timori dei lavoratori, Maurizio Costanzo ha invitato a parlare il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani. Poche parole, si levano altissimi i fischi del pubblico dell’Ariston. Poi interviene anche il ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola, ma lui gioca in casa. Il ministro spiega il momento critico in cui l’economia mondiale si trova, e propone che si cerchino alternative per la zona di Termini Imerese .

L’intervento della Clerici (“Ma qesto è il Festival di Sanremo!”) chiude la finestra. Maurizio Costanzo lancia la pubblicità, ma Costanzo è riuscito nella sua impresa di riportare anche il festival con i piedi per terra. Alla ripresa, si decreta subito il vincitore Sanremo 2010.

21 febbraio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi