Economia

Alleanza Cdo-Confesercenti per fisco e pensioni

Conferesercenti e Cdo si alleano in nome di fisco e pensioni. Per il momento a unire i due sodalizi non è una rivendicazione di tipo sindacale, ma l’alleanza per quanto riguarda i servizi messi in campo dal Caaf e dal patronato, siglata a ridosso del via per la stagione delle dichiarazioni fiscali. Un’alleanza di tipo operativo dietro alla quale, ci tengono a sottolineare le parti, c’è un legame che va al di là del mero “servizio”.

In pratica, in base all’accordo siglato, il sodalizio di via Mecantini mette a disposizione il suo centro di assistenza fiscale e il patronato anche alle imprese e dipendenti della Cdo con l’obiettivo di offrire un servizio in più. Quello arrivato oggi è un segnale importante rispetto alla possibilità di superare gli steccati che di solito separano le organizzazioni di categoria. E questo, come ha spiegato il direttore di Confesercenti, Gianni Lucchina, è solo il primo passo. “Altri servizi attualmente messi in campo da Cdo potranno a breve essere messi a disposizione delle imprese nostre associate”.

Per Compagnia delle opere con le sue 830 imprese associate per 15 mila dipendenti si tratta i un passo importante nell’ottica di attenzione alle persone “Il nostro obiettivo – ha commentato il presidente di Cdo Varese, Sergio Segato – è quello di essere sempre vicini alle imprese, ma soprattutto alle persone, siano esse gli imprenditori stessi o i loro dipendenti”.

La ventennale esperienza del Caf di Conferescenti ha portato a raggiungere, lo scorso anno, la compilazione di 15mila modelli 730 a cui si aggiungono dichiarazioni Isee ed altre comunicazioni, mentre il patronato vanta 160 cause vinte nei confronti dell’Inps. Operativamente l’accordo prevede che personale di Confesercenti sia presente alla sede Cdo per un primo contatto e per l’attivazione del servizio.

21 febbraio 2010 Paola Provenzano p.provenzano@varesereport.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi