Economia

Terremoto Haiti, il gruppo Ubi raddoppia la solidarietà

Anche il mondo bancario si mobilità in favore di Haiti, che ha subito, circa un mese fa, un terribile terremoto che ha distrutto città e causato molte vittime nella popolazione haitiana.

Tra le tante iniziative che sono state prese sul fronte della solidarietà internazionale, merita attenzione quella messa in campo da Abi e dalle organizzazioni sindacali di settore, attraverso il Fondo Nazionale del Settore del Credito per Progetti di Solidarietà (Prosolidar). E’ stata promossa una sottoscrizione straordinaria per una raccolta fondi da destinare ad Haiti.

A questa iniziativa ha aderito anche il Gruppo Ubi Banca, che l’ha caldeggiata presso i propri dipendenti, invitandoli a devolvere un importo minimo di 10 euro da addebitare in busta paga. Ma per incrementare la raccolta dei fondi, le società del gruppo, a loro volta, hanno deciso di devolvere un contributo equivalente all’importo versato dai propri dipendenti, che potrà anche tradursi in apporti in natura, servizi, assistenza tecnica, con la medesima finalità.

Un modo concreto per correre in aiuto di una popolazione colpita da una tragedia senza precedenti e che attende aiuti per fronteggiare l’emergenza.

20 febbraio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi