Per “L’uomo col toscano”, ultime riprese al Cavedio

Carlotta "Lea" Girola

E’ un corto, un gioco, un esercizio metanarrativo, il racconto Internet di un corto che filma un racconto. Difficile definire cosa sia “L’uomo col toscano”: forse è una di queste cose, forse è tutte queste cose insieme. Ma lasciando il lettore nel dubbio, una cosa certa è che domani sarà l’utima giornata di riprese.

Ultime inquadrature, insomma, per il cortometraggio diretto dal regista Matteo Comolli e tratto dall’omonimo racconto noir di Paolo Franchini. Finisce la parte eroica della lavorazione, prima di entrare nella parte più prosaica del montaggio, della sonorizzazione e dell’ottimizzazione (che sarà mai quest’ultima?).

Il set martedì 16 febbraio sarà nuovamente allestito nei locali del Cavedio di Varese. Ma vedrà impegnati, davanti alla troupe, solo i protagonisti del corto, ovvero Carlotta “Lea” Girola e Andrea “Bonifacio” Frattini.

Per altre informazioni: www.luomocoltoscano.tk.

15 febbraio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Per “L’uomo col toscano”, ultime riprese al Cavedio

  1. Varese Report, 15/02/2010 « Paolo Franchini il 3 gennaio 2011, ore 11:10

Rispondi