Varese

Morgan recita Dante e reinterpreta Tenco

Un momento del concerto di Morgan a Varese

Reduce da settimane di fuoco per le sue dichiarazioni sulla droga e la sua cacciata da Sanremo, Morgan è arrivato a Varese, in un Teatro Apollonio con parecchie poltrone vuote, con la sua turné “Solo piano” partita a fine gennaio. Ma nonostante la buona mezz’ora di ritardo con cui è iniziato il concerto, Morgan è riuscito fin dai primi minuti a stabilirsi sulla medesima lunghezza d’onda del pubblico varesino, in particolare delle scatenate teenager che ne rappresentavano l’assoluta maggioranza.

Non è più il Morgan trasgressivo dei “Bluvertigo”, né il giudice cinico e un po’ marpione di X-Factor. Sul palco sembra un po’ ingrassato, nella prima parte si muove raramente, appare molto concentrato sul pianoforte, con contorno tecnologico di sintetizzatori e computer. Eppure lo spettacolo prende sempre più  la forma di un grande gioco musicale che il cantautore riesce a realizzare grazie alla sua voce, ai vari strumenti che utilizza, ai suoni e alle voci campionate (emozionante ascoltare la voce di Carmelo Bene).

Oltre ai suoi brani, Morgan attinge a piene mani dalla canzone italiana, in particolare Mimmo Modugno e Luigi Tenco, di cui regala la malinconica “Lontano lontano” e la bellissima “Il mio regno”. Naturalmente non mancano hit internazionali, da “One” degli U2 a “Whisky Bar” interpretata anche dai Doors.

Morgan macina canzoni e parole nelle due ore di concerto. E non manca neppure un’inaspettata interpretazione del quinto Canto dell’Inferno dantesco, quello di Paolo e Francesca. Né poteva mancare qualche ospite sul palco: Morgan chiama infatti a duettare con lui la bella Ornella Felicetti, concorrente di X-Factor da Lonate Ceppino, e  il titubante Fabio Cinti, anche lui proveniente dalla scuderia di X-Factor, cantante prodotto da Morgan ed escluso da Sanremo.

Al termine del concerto, Morgan torna divo: pochi minuti sul palco per ricevere gli applausi, camerino off limits, frettolosa uscita dal teatro. Ma tutto sommato le fans che lo attendevano al freddo sono ugualmente soddisfatte.

13 febbraio 2010 Andrea Giacometti direttore@varesereport.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi