Economia

Sempre più verde il futuro dell’economia a Varese

Il parco delle Ville Ponti a Varese

Il matrimonio tra imprese targate Varese e green economy s’ha da fare, parola di Camera di Commercio di Varese che proprio oggi – giornata dedicata al risparmio energetico grazie all’iniziativa m’illumino di meno – è scesa in campo mettendo a disposizione delle imprese una “cassetta degli attrezzi”, ma anche lanciando l’idea di un polo eco-turistico e di una vetrina presso le serre delle Ville Ponti dedicata a chi si occupa di prodotti sostenibili legati alla casa. Obiettivo? Spingere sull’acceleratore dell’economia verde, al fine di stimolare un circolo virtuoso i cui effetti possono essere, perché no, una risposta alla crisi.

“Le imprese del territorio – spiega il presidente dell’ente camerale, Bruno Amoroso, stanno già cogliendo le opportunità offerte da questo nuovo approccio all’economia che si ispira non solo al rispetto, ma anche alla valorizzazione dell’ambiente che ci circonda”. Una situazione fotografata anche dai numeri che, per il territorio, stimano in 23mila gli occupati nella green economy e nel 6% circa il Prodotto interno lordo generato. Non solo: un’indagine condotta dal centro studi di Unioncamere, dice che il 40% delle imprese con oltre 20 dipendenti include lo sbocco “eco” nella sua ricetta per superare la crisi.

Lo sforzo messo in atto dalla Camera di Commercio è quello di fornire alle imprese una “cassetta degli attrezzi” che mette a disposizione finanziamenti per iniziative come la certificazione ambientale o il risparmio energetico in azienda. In altre parole un indicazione total green che si accosta anche ad una progettualità che coinvolge il settore turistico, oltre che quello produttivo. “Pensiamo ad esempio ad un inserimento – spiega il direttore della Camera di Commercio, Mauro Temperelli – nell’ambito del turismo business legato a valori attenti al green, capaci di valorizzare il patrimonio verde di cui disponiamo proponendo specifici pacchetti”.

In questo scenario l’area delle serre delle Ville Ponti potrà essere trasformata in una “casa ecologica” dove sperimentare le tecnologie più avanzate nella bioedilizia e nel risparmio ambientale: una vetrina delle eccellenze varesine aperta al pubblico. A fotografare lo stato dell’arte della green economy del Varesotto ci pensa anche il nuovo numero del peridodico “Lombardia Nord Ovest” anch’esso in veste completamente “eco, dalla carta agli inchiostri”, che offre una ampia panoramica sulle declinazioni verdi nelle produzioni del territorio e che si arrichisce, nel suo comitato di redazione di tre new entry: i giornalisti Marco Dal Fior e Francesco Pierantozzi e l’imprenditore Walter Baggini. Insomma il 2010 a Varese si apre nel segno del verde, dopo la proposta arrivata qualche settimana fa da “Varese Europea” mirata anch’essa, seppure in un ambito differente, a mettere al centro ambiente e sviluppo.

12 febbraio 2010 Paola Provenzano p.provenzano@varesereport.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi