Varese

Semaforo verde del Comune al mega-cantiere ex Enel

Ripartono i Programmi integrati di intervento a Varese. Via libera di Palazzo Estense nella riunione di giunta di questa mattina, all’intervento sull’area ex Enel di viale Aguggiari. Un grosso intervento, che riguarda oltre 15 mila metri quadrati tra abitazioni, verde ed attività commerciali. Un’operazione immobiliare che sarà curata dalla Società Valdadige Costruzioni. Come oggi ha rimarcato l’assessore Fabio Binelli, “anche questo recupero di un’area dismessa punta a realizzare in quella zona una migliore dotazione di case e altre attività senza consumare nuovo terreno”.

In particolare Binelli sottolinea che i circa 600 metri quadrati riservati alle attività commerciali ospiteranno negozi di vicinato. Il nuovo dirigente dell’Urbanistica, Gianluca Gardelli, ribadisce che queste piccole attività possono costituire un coerente sviluppo di un’area che vive attorno alla chiesa dedicata a San Massimiliano Kolbe. Nessun iper o centro commerciale? “Il Comune non rilascia licenze per medie attività”, risponde secco Binelli.

Nell’ex area Enel sorgeranno due palazzine di cinque piani, con due piani interrati che ospiteranno i parcheggi. Un terzo edificio di tre piani fuori terra, invece, accoglierà i negozi al piano terra, mentre i due piani superiori saranno destinati ad edilizia residenziale convenzionata. “Appartamenti rivolti a giovani coppie con almeno uno dei due residenti in Comune da almeno dieci anni”, chiarisce Binelli.

Il bonus derivante da questo intervento di viale Aguggiari (equivalente ad un milione e 800 mila euro) sarà utilizzato dal Comune per realizzare una palestra in via Giordani di quasi cinquemila metri quadrati.

Ora questo Pii inizierà il suo cammino: dovrà essere discusso dalle Circoscrizioni 3 e 4, dalla Commissione Urbanistica e dunque approderà in Consiglio comunale. Tempistica prevista, progetto definitivo entro la prossima estate.

2 febbraio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi