Cultura

Da Azzate a Somma, gli autori insegnano a leggere

Lo scrittore Francesco D'Adamo incontrerà gli studenti di Azzate

Leggere, una bella avventura anche per i più giovani. Ma è necessario prendersene cura, seguirli con attenzione, cercare i sentieri giusti per farli avvicinare a questa esperienza importante.

Uno spunto in questo senso arriva da Azzate. Francesco D’Adamo incontrerà le classi di seconda della scuola secondaria di primo grado all’interno di un progetto di collaborazione tra la Biblioteca comunale e l’Istituto Comprensivo di Azzate. Da anni scuola e biblioteca portano avanti questo progetto con le classi di seconda perché continua ad avere un ottimo riscontro fra i ragazzi. Così anche quest’anno il 26 febbraio presso l’Auditorium e durante l’orario scolastico, potranno conoscere uno scrittore dal vivo. “I ragazzi non sanno cosa aspettarsi da uno scrittore in carne ed ossa – dice Marica Casagrande la bibliotecaria – e spesso poi se ne escono con frasi del tipo Lo immaginavo più vecchio oppure se scrittrice Ma si veste troppo da proff. Oppure Ma che tipa tosta! E poi a molti di loro piace farsi autografare il libro che resterà così fra i loro ricordi”.

Francesco D’Adamo diventato famoso per aver scritto la storia di Iqbal, ha scritto anche altri romanzi che trattano temi sociali di forte impatto emotivo ma sempre con una delicatezza e una capacità quasi poetica, lasciando ogni volta spazio alla positività e alla speranza. C’è la storia di Ouiah che parla dei bambini/ragazzi soldato, la storia di Ismael che parla di chi attraversa fra mille difficoltà il braccio di mare che li separa dalla Talia (ovvero l’Italia) per veder distrutti poi tutti i loro sogni e le loro speranze. Esce poi nel mese di febbraio con De Agostini il volume “Radio niente” che raccoglie tre storie fra le quali quella sul bullismo nella periferia di Milano.

Ancora più piccoli i protagonisti di un’iniziativa a Somma Lombardo. Con “Cinque storie, cinque libri, cinque fili”, a trent’anni dalla morte dello scrittore Gianni Rodari, la Biblioteca Civica Giuseppina Aliverti di Somma Lombardo popone sei laboratori di lettura ed espressione creativa destinati ai bambini dell’ultimo anno della scuola dell’infanzia. Ad animare in maniera ludica e didattica i sei spazi, che sono in programma nei sabato mattina del 6, 13 e 27 febbraio e del 6, 13 e 20 marzo dalle 10 alle 11.30 sarà l’illustratrice e scrittrice Agua, già apprezzata per suoi precedenti interventi alla biblioteca sommese. Partendo dal racconto “La volpe fotografa” di Rodari e da altri quattro racconti che fanno parte del patrimonio culturale di Albania, India, Magreb e Pakistan, Agua aiuterà a intraprendere un bellissimo viaggio che collega un racconto all’altro grazie a un personaggio tratto dal precedente e a esprimere il proprio vissuto attraverso la realizzazione di “pagine” con tecniche diverse che verranno poi rilegate a creare sei libri.

2 febbraio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Da Azzate a Somma, gli autori insegnano a leggere

  1. linda il 3 febbraio 2010, ore 18:46

    Trovo che avvicinare i giovani ai libri e agli scrittori sia una idea meravigliosa .
    per caso ho avuto modo di vedere la stupenda biblioteca di Azzate e consiglio a tutti una piccola visita. Oltre ad essere una deliziosa esperienza di viaggio settencentesco tra affreschi e libri (c’è anche un amabilissimo spazio dedicato ai lettori più piccoli con giochi ed un minisalottino letterario) quel luogo magico dà la stupenda sensazione di essere a proprio agio in una biblioteca grazie anche all’incantesimo che si crea quando una bibliotecaria (o un bibliotecario) ci accoglie con un bellissimo sorriso.
    una lettrice

Rispondi