Spettacoli

Al Cinema Nuovo il teatro va a braccetto con le note

Giuliana Musso in "Sex Machine"

C’era una volta la rassegna “Altri Percorsi”, spettacoli di teatro di ricerca che portò a Varese personaggi che oggi sono stati consacrati dal successo, come Marco Paolini. Una rassegna che Varese ha “tagliato”, ma che oggi ritorna, in termini di eredità culturale, con la proposta, già fatta anche l’anno scorso, dal titolo “Note di scena 2010”, costola del cartello teatrale “Sipari Uniti”, l’iniziativa che riunisce diverse realtà del teatro di base, trova nella Fondazione Culturale di Gallarate l’ente capofila, e nella Fondazione Cariplo le risorse. A proporre “Note di scena” è il cineclub varesino Filmstudio 90, in collaborazione con il Comune di Varese.

Quali il significato di questo cartellone di 10 appuntamenti ospitati al Cinema Teatro Nuovo di Varese? Ce ne parla il direttore, Giulio Rossini. “Ormai le giovani generazioni si scaricano i film con Internet – dice Rossini -, e dunque spesso è difficile raggiungere questo pubblico. Una carta che si può giocare è lo spettacolo dal vivo, puntando su teatro e musica, contaminandoli, lanciando anche proposte che si rivolgono specificamente al mondo della scuola”.

La rassegna del Cinema Teatro Nuovo di Varese parte giovedì 4 febbraio, alle ore 21, con lo spettacolo di due realtà varesine, Black Out Teatro e Teatro Elidan, “Funeral Slivoviza”, liberamente ispirato alla pellicola “Funeral Party”. Da segnalare il secondo spettacolo (11 febbraio ore 21), “Sex Machine”, una dura messa in scena, di e con Giuliana Musso, sul mercato del corpo femminile. Giovedì 18 febbraio la compagnia Giorni dispari Teatro e Scuola del Teatro Nuovo propone un “Arlecchino e Pulcinella..servitore di un padrone”, mentre giovedì 25 febbraio alle 21 è in programma una doppia serata di teatro (Enzo Valeri Peruta in “Paradiso buio”) e di cinema (“Nitrato d’argento” di Marco Ferreri).

Mercoledì 24 marzo, alle ore 9, un evento particolarmente interessante, che il cartellone del Nuovo rivolge alle scuole varesine. Si tratta di una produzione del Teatro Francese di Roma, dal titolo “1968”, una piéce tutta recitata in francese, una cavalcata tra note e melodie, cultura e politica di quell’anno “formidabile”. Uno spettacolo in cui la musica la fa da padrona, dialogando con i ragazzi su un periodo ormai consegnato ai libri di storia.

Venerdì 16 aprile, alle 21, sarà la volta di Silvia Priori con il suo Teatro Blu, che propone “Tango di periferia”, giovedì 27 maggio ore 21 lo spettacolo prodotto dalla Fondazione Culturale di Gallarate, da Erri de Luca, “Montedidio”, per chiudere con lo spettacolo “Magie Noire-Magia Negra, venerdì 4 giugno alle 21, messo in scena dai ragazzi brasiliani del Grupo Pe No Chao e dall’Ophelia Théatre.

Due, invece, gli appuntamenti con la musica dal vivo, con la presenza di due prestigiose interpreti femminili: Patrizia Laquidara (il 25 marzo) e Cristina Donà (il 6 maggio). Due eventi “autonomi”, cioè che non rientrano nel maxi-cartello di Sipari Uniti.

31 gennaio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi