Varese

Raccolta firme fuori dal teatro. I grillini entrano con un blitz

Raccolta firme fuori dal teatro

C’era stato un piccolo braccio di ferro tra esponenti del meetup varesino di Beppe Grillo e Italia dei Valori, da una parte, e la direzione del Teatro di Varese, dall’altro. Grillini e dipietristi avevano chiesto di raccogliere le firme in vista delle elezioni regionali in occasione dello spettacolo di Marco Travaglio “Promemoria”. Una consuetudine che si era ripetuta abitualmente nelle precedenti repliche della dura requisitoriael giornalista contro i mali della politica odierna.

Dalla direzione era però venuto un secco no alla richiesta. Nessun utilizzo del foyer del teatro per svolgere attività politica. “Questo è e resta un momento di teatro, con un pubblico che paga per assistere ad uno spettacolo”, aveva tuonato il direttore del teatro varesino, Filippo De Sanctis.

Ieri sera l’epilogo della vicenda. Attivisti di entrambi gli schieramenti si sono presentati puntuali davanti al teatro a circa un’ora dall’inizio dello spettacolo. Guardati a vista dalla polizia, grillini e dipietristi hanno dato vita, sotto il porticato esterno dell’Apollonio, ad una raccolta volante di firme. Ma qualcuno ha trasgredito al patto non scritto che imponeva di restare fuori dal teatro.

Tre o quattro giovani attivisti di Beppe Grillo sono penetrati nel teatro, prima dell’inizio dello spettacolo di Travaglio. Un vero e proprio blitz pacifico per distribuire ai tantissimi spettatori un volantino del MoVimento 5 stelle Lombardia, che pubblicizzava i tre appuntamenti per la raccolta firme a Varese (31 gennaio), a Saronno (30 e 31 gennaio), a Legnano (31 gennaio). Una presenza discreta e silenziosa in barba a divieti e semafori rossi.

23 gennaio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Raccolta firme fuori dal teatro. I grillini entrano con un blitz

  1. ivan catalano il 23 gennaio 2010, ore 21:57

    ciao

    vorrei precisare, che non abbiamo fatto nessun blitz, e che tutto è avvenuto sotto gli occhi della Digos di Varese. Il teatro ci ha dato una autorizzazione per il volantinaggio interno e poi ci ha offerto di restare dentro per non stare al freddo.

    saluti

    ivan catalano

Rispondi