Politica

Governo a due per il Popolo delle Libertà di Varese

Carmine Lo Giudice

Nei giorni scorsi si è formalmente insediato il Coordinamento del Popolo delle Libertà della città di Varese. Dopo la formalizzazione del Coordinamento del PdL a livello provinciale – guidato da Rienzo Azzi (coordinatore provinciale) e Luca Daniel Ferrazzi (coordinatore provinciale vicario) – e la definizione delle varie responsabilità sempre a livello provinciale, era infatti stata data indicazione di procedere con l’organizzazione del partito a livello locale incaricando della conduzione del partito, seppur temporaneamente, gli ex coordinatori cittadini di Forza Italia e Alleanza Nazionale.

Il rinnovato Coordinamento cittadino del Popolo delle Libertà vede perciò quali coordinatori Aldo Colombo e Carmine Lo Giudice Capelli che hanno, congiuntamente, la conduzione del partito in Varese e a cui è affidata la responsabilità di rappresentare in modo unitario il partito cittadino in ogni sede, assumendo le decisioni conseguenti in raccordo con le direttive dei livelli superiori.

“Con la costituzione formale del Coordinamento varesino del PdL proseguiamo nel consolidamento della più grande formazione politica popolare, liberale e riformatrice di tutto il Paese – afferma Aldo Colombo – che nella nostra città è già la forza di maggioranza relativa e che si vuole confermare tale nei prossimi appuntamenti elettorali” .

“Il nuovo Coordinamento – chiarisce Carmine Lo Giudice -  conferma il lavoro già svolto negli ultimi anni in cui i vari partiti poi confluiti nel Popolo delle Libertà già lavoravano insieme e siamo ora pronti a sostenere tutti i nostri candidati che si presenteranno alle elezioni regionali”

Insieme a Colombo e Lo Giudice fanno parte del coordinamento altri nove componenti ed a ciascuno sono state assegnate specifiche responsabilità.

Pertanto oltre ai due coordinatori ai quali spetta il rapporto con gli organi di comunicazione e altre funzioni specifiche (a Lo Giudice l’organizzazione e il funzionamento della sede del partito e a Colombo i rapporti con Sindaco e Giunta) costituiscono il gruppo di coordinamento:  Ciro Calemme (organizzazione iniziative pubbliche, movimentiste, propaganda), Fabio Carella (rapporti con amministratori di società comunali e provinciali), Giacomo Cosentino (tesseramento e rapporti con associati-aderenti), Piero Galparoli (rappresentanti di lista e aspetti elettorali), Alessia Longo (pari opportunità, internet e immagine), Giuseppe  Montalbetti (rapporti coi consiglieri circoscrizionali), Raffaele Nurra (dipartimenti), Roberto Puricelli (rapporti con il gruppo consigliare comunale), Franco Taddei (convegni e grandi eventi).

Aggregati al Coordiamento, con le funzioni, rispettivamente, di Tesoriere e di Vice Tesoriere vi sono anche Giancarlo Di Ronco e Laura Caruso.

Il Coordinamento si avvarrà poi di un più numeroso gruppo dirigente costituito da esponenti del PdL che hanno responsabilità politiche e amministrative in città.

La sede del coordinamento è stata fissata in Via Piave, 12 (presso la ex sede di AN).

Nella prima riunione del nuovo Coordinamento cittadino – uno dei primi formatisi in provincia – si è stabilito di avviare la costituzione del gruppo consiliare comunale unico del Popolo della Libertà e del conseguente aggiornamento del capogruppo e dei rappresentanti del PdL nelle commissioni consiliari. Analogamente si procederà per i consigli di circoscrizione.

“Le prossime scelte amministrative – afferma Lo Giudice – dovranno raggiungere gli obiettivi politici che caratterizzano il nostro partito e per le quali abbiamo già creato in passato le condizioni per la loro operatività. Penso ad esempio al bonus bebè, alle iniziative di sostegno alle società sportive dilettantistiche, alle agevolazioni per le famiglie e alla messa in sicurezza dei plessi scolastici cittadini”.

“Dal punto di vista dei rapporti con le altre forze politiche – conclude Colombo – confermiamo naturalmente l’alleanza con i partiti che costituiscono a Varese la maggioranza di governo. All’interno di essa ci siamo caratterizzati e ci caratterizzeremo sempre per passione civica e concretezza nelle scelte, cercando le soluzioni migliori ai vari problemi, confrontandoci con tutti ma lasciando perdere slogan roboanti o fantasiose utopie per lavorare con la discreta operosità che è da sempre la migliore qualità della gente di Varese”

19 gennaio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi