Varese

Perchè il cartello del martire partigiano resta a terra?

Il cartello a terra da 12 giorni

Sono 12 giorni che un cartello stradale, tra Villa Recalcati e Prefettura, si trova piegato e abbandonato a terra. E’ il cartello stradale che indica Via Ghiringhelli, cioè una strada di Varese dedicata non ad un personaggio qualsiasi. Luigi Ghiringhelli era un partigiano della formazione “Lazzarini” fucilato nel prato delle Bettole il 7 ottobre 1944 con Elvio Copelli e Evaristo Trentini da un plotone di allievi ufficiali della Guardia Nazionale Repubblicana del colonnello Enrico Bassani.

Ma perchè il cartello dedicato al martire delle Bettole resta a terra, abbandonato come un rifiuto (almeno fino ad ora, e sono le 16.30 del 18 gennaio)? Ma, soprattutto, perchè è stato levato dal suo palo e piegato? Infine: perchè nessuno provvede a risistemarlo nella sua collocazione originaria. Una domanda che vorremmo girare all’amministrazione comunale e alla Polizia Locale, attenti, com’è noto, al capitolo, almeno, del decoro urbano.

“Varesereport” aveva già segnalato il fatto circa una settimana fa, ma nulla è accaduto nel frattempo. Sarebbe interessante capire se questa iniziativa è legata all’azione di qualche balordo di passaggio oppure se costituisce un atto di oltraggio nei confronti dello stesso Ghiringhelli, eroe della Resistenza, da parte magari di qualche gruppuscolo neofascista.  Continueremo a seguire il fatto.

18 gennaio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi