Varese

Giorno della Memoria: in attesa di Comune e Provincia

Il cancello del campo di Auschwitz

E’ certamente un buon segno che anche Varese si mobiliti seriamente per il Giorno della Memoria, in programma come ogni anno il 27 gennaio. Molte, e ricche, le iniziative che il mondo delle associazioni e della cultura tributa, quest’anno, alla giornata che ricorda la Shoah e le stragi perpetrate dai nazifascisti. Resta poi da capire quanto e cosa abbiano intenzione di fare le amministrazioni locali, e parliamo del Comune e della Provincia di Varese, in vista di una giornata così significativa. Al momento le iniziative varesine non prevedono collaborazioni o patrocinii alle manifestazioni organizzate dalle associazioni. Né un cartellone di iniziative autonome di Palazzo Estense e Villa Recalcati. Se nulla ci fosse, sarebbe gravissimo, soprattutto considerata la presenza, anche sul nostro territorio, di realtà che si richiamano alle nefande ideologie che promossero e giustificarono attivamente la Shoah.

A Varese si parte sabato 23 gennaio, al Cinema Nuovo di via dei Mille, alle ore 20, con la presentazione dell’attesa pellicola “L’uomo che verrà” del regista Giorgio Diritti, lo stesso che a diretto la pellicola low-cost, “Il vento fa il suo giro”, piccolo capolavoro recitato in gran parte in occitano, che ha consentito al regista di produrre questo secondo film dedicato alla strage nazisfascista di Marzabotto. Una pellicola che si è aggiudicata, al Festival Internazionale del Film di Roma 2009, il Gran premio della Giuria, del Premio del pubblico e del Premio “La meglio gioventù”. La serata è stata promossa dall’Anpi di Varese e da Filmstudio ’90.

Per il giorno 26 gennaio, è in programma la proiezione del documentario del regista della televisione della Svizzera italiana, Werner Weick, dal titolo “Storia e memoria”. L’evento, promosso ancora da Filmstudio ’90 insieme alle Edizioni Arterigere di Varese, da sempre attente al periodo e alle vittime della Shoah, è in programma alle ore 20.45, presso la sede del cineclub in via De Critoforis 5. La pellicola sarà introdotta dallo stesso regista, mentre saranno gli storici Giorgio Cavalleri e Franco Giannantoni a commentarla al termine.

Il 28 gennaio, alle ore 17, presso lo Spazio ScopriCoop di via Daverio, è la volta dello spettacolo teatrale “Non sono passata per il camino”, tratto dal volume Francine Christophe, alla presenza della stessa scrittrice. Un momento teatrale promosso da Anpi Varese e dalla Lega Coop.

Infine sabato 30, Anpi Varese, Filmstudio 90 e Coopuf, propongono un incontro pubblico dal titolo “La memoria del futuro”, che si terrà alle ore 17.30, presso la Coopuf di via De Critoforis. Introdurrà Alessandra Pessina (Direttivo Anpi Varese) e interverranno Alfredo De Bellis (Dirigente Coop Lombardia), Adriano Gallina (Direttore Fondazione Culturale Gallarate, oltre che Docente Economia e Management dello Spettacolo), lo storico Enzo R. La forgia, (insegnante e Coordinatore dell’Istituto varesino per la storia dell’Italia contemporanea e del Movimento di Liberazione), Giulio Rossini (Filmstudio 90 e Direttore rivista Cinequanon). Concluderà Bruna Bianchi (Direttivo Provinciale Anpi e Varese).

18 gennaio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi