Varese

I Monelli, veri protagonisti del Falò di Sant’Antonio

In piazza della Motta, in occasione della tradizionale Festa di Sant’Antonio, sono loro i veri protagonisti: i Monelli della Motta. Protagonisti veri, non per finta, nel senso che fanno tutto loro: organizzano i banchi di ristoro, cucinano cibi deliziosi come le salamelle, realizzano con grande perizia la grande pira che dà vita al clou della festa, sabato sera alle 21, il Falò di Sant’Antonio. Non dimentichiamo che è un Falò speciale: si dice che sia l’occasione per trovare la propria anima gemella o per esprimere un desiderio, scritto su un bigliettino, e gettato tra le fiamme.

Come definire l’identikit di questa associazione che da sempre e per un anno intero prepara l’appuntamento in piazza della Motta? Preciso ed essenziale come sempre il profilo affidato alle pagine elettroniche di Facebook: i Monelli della Motta, i ragazzi di contrada che ogni anno, il 16 gennaio, costruiscono e bruciano il famoso falò di Sant’Antonio, sono “un gruppo di ragazzi e ragazze, più o meno giovani, che imperversano nel rione della Motta di Varese”.

Insomma, volontari varesini di tutte le età grazie ai quali si rinnova ogni anno questa bella manifestazione, che ha come scopo principale il finanziamento dei lavori e degli interventi di restauro fuori e dentro la piccola e preziosa chiesa della Motta.

13 gennaio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi