Cultura

Premio Chiara, entra in campo il Comune di Varese

Bambi Lazzati, "mente" del Premio Chiara

Un appuntamento organizzato al Twiggy Café dall’Associazione Amici di Piero Chiara può essere occasione per un annuncio. Il Premio Chiara, nella sua prossima edizione, avrà tra i suoi sponsor non soltanto Villa Recalcati, ma anche Palazzo Estense. Un annuncio che è stato dato da Romano Oldrini e Bamby Lazzati, le due “menti” della fortunata manifestazione. Non è cosa da poco: per chi conosca le vicende passate del Chiara, non sono mancate polemiche e prese di distanze reciproche tra i due enti. E ancora recentemente, il Comune di Varese ha sempre mantenuto uina distanza di sicurezza.

Ma questa volta, così almeno pare, saremmo ad una vera svolta. Indubbio che l’ultima edizione del Chiara, sia andata alla grande. Cartellone azzeccato, novità in campo, pubblico affezionato (unico incidente di percorso, ma involontario, la scomparsa di Sgorlon, premio alla carriera).  Al contrario, l’ultima edizione di Amor di libro, la manifestazione del Comune di Varese, ha toccato il fondo, con i media durissimi e gli incontri spesso disertati. E con le librerie cittadine che, contemporaneamente, si riempivano di lettori per gli incontri con miti della letteratura americana.

Il sindaco Attilio Fontana, presente all’incontro al Twiggy, non sfugge alle critiche. “Senza dubbio la formula di Amor di libro si è logorata con il passare degli anni. Anche quella del Chiara, ma i suoi organizzatori hanno saputo rinnovarsi”. E dunque? “Stiamo pensando di unire le forze, magari per creare qualcosa di nuovo e di divers0″.

Un’altra novità annunciata nel corso dell’incontro la volontà di pubblicare un inedito, che sarà curato dall’editore Pietro Macchione. Una scelta, quest’ultima, già fatta da un altro premio, quello dedicato a Morselli (giunto quest’anno alla sua seconda edizione), che premia un romanzo inedito con la pubblicazione. Forse è il caso che, se il matrimonio tra Comune e Provincia s’ha da fare, si inizino a cercare idee più originali.

Intanto una proposta per il Premio Chiara: svecchiare il Comitato Grandi Lettori. Insomma, largo ai giovani.

10 gennaio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Premio Chiara, entra in campo il Comune di Varese

  1. ombretta diaferia il 10 gennaio 2010, ore 23:48

    queste sono notizie che ci piacciono.
    complimenti alle due menti ed a chi comincia a guardare oltre.

Rispondi