Spettacoli

Thriller comedy al Teatro di Varese. Occhio all’ispettore

Paolo Ferrari e Andrea Giordana

Riprende domani sera, 8 gennaio, alle 21, la Stagione di prosa del Teatro di Varese con una commedia di grande qualità: “Un ispettore in casa Birling” di John Boynton Priestley, con la partecipazione di due interpreti di vasta esperienza sul palco, Paolo Ferrari e Andrea Giordana. La regia è curata invece da Giancarlo Sepe e la traduzione è firmata da Giovanni Lombardo Radice. Repliche al Teatro Apollonio il 9 e il 10 gennaio.

Rappresentata per la prima volta a Mosca nell’estate del 1945 da due compagnie contemporaneamente, la commedia viene prodotta dall’Old Vic a Londra, e rappresentata al New Theatre, il 1° ottobre 1946 (nel cast compare anche il giovane Alec Guinness). Questa commedia-giallo di J.B.Priesley è accolta con grande successo anche a Parigi, New York, e soprattutto in Germania nell’immediato dopoguerra e per tutta la prima metà degli anni 50. Diventando così un classico del teatro inglese, continuamente ripresa sulle scene anglosassoni.

J.B.Priesley, con divertimento ed ironia ed in pizzico di suspance, ci porta a scoprire i vizi privati e le pubbliche virtù di un agiata famiglia della media borghesia inglese, perfettamente rispettabile che nel 1912 sta scalando la piramide della società.

Il sipario si aprirà quindi svelando splendidi abiti da sera, una cena imbandita e vini d’annata. Tutto sembrerà filare liscio verso la più lieta conclusione, fin quando si sentirà bussare alla porta e farà il suo ingresso un ispettore di polizia, che dovrà porre delle domande al capo famiglia, Arthur. Questo è il folgorante inizio di “Un ispettore in casa Birling”, commedia a carattere giallo, piena di suspense, perché questo poliziotto metterà seriamente in crisi l’intera serata, la serenità della famiglia, gli affari, il fidanzamento e tutto il resto. Sulla storia infatti aleggerà misteriosamente addirittura la morte violenta di una giovane donna e l’interrogatorio poliziesco durerà un’intera notte, non risparmiando niente e nessuno.

L’autore, John Boynton Priestley, non ha eguali nel teatro del Novecento: “Un ispettore in casa Birling” è un thriller mischiato al dramma borghese. Sarà una vera serie di colpi di scena alla Hitchcock senza respiro che cambierà ogni volta il nome dell’assassino, coinvolgendo i protagonisti, presunti innocenti e presunti colpevoli, in una sarabanda surreale, velenosa e senza sosta, che avrà termine solo alle prime luci dell’alba.

7 gennaio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi