Gallarate

Il bookcrossing irrompe a Gallarate. Madrina la Nothomb

In primo piano Elio De Capitani

Quando si vedono cose come quelle organizzate dagli amici della Fondazione Culturale di Gallarate, si tira un sospiro di sollievo e si dice: finalmente! In occasione di uno spettacolo stupendo come “Libri da ardere”, unico testo teatrale dell’autrice cult (per molti di noi) Amélie Nothomb, proposto dal Teatro dell’Elfo, con in scena grandi attori come Elio De Capitani e Corrado Accordino, in programma giovedì 14 gennaio alle 21 al Teatro del Popolo a Gallarate, il libro la farà da padrone.

Alle ore 19.30, parte presso lo stesso teatro, una serie di incontri legati agli spettacoli in programma. Il primo è sul bookcrossing, un oggetto sconosciuto – pare – a gran parte del territorio. Si tratta dello scambio gratuito di libri, che si possono lasciare in qualunque posto in attesa che qualche nuovo lettore se ne impadronisca. Oppure se ne può tracciare una mappa, per seguirne la vita errabonda.

Al Popolo di Gallarate con l’iniziativa “Libri da leggere”, anziché “da ardere”, ci saranno libri di tutti i generi che saranno lasciati sulle panche e sulle sedie dello spazio pensato per discutere prima e dopo le rappresentazioni. Per l’occasione, tra un bicchiere di vino e una pizzetta, ecco tanti libri da leggere, scambiare, visionare, commentare, portarsi a casa. Libri liberati, insomma, perché, per citare proprio Amélie Nothomb, “Se ci mettessimo a bruciare i libri, allora davvero avremmo perso la guerra”.

7 gennaio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi