Il Cairo

Pacifisti al Cairo, è varesina una dei due feriti italiani

Si è abbattuta la violenza sull’iniziativa dei pacifisti che intendevano partecipare alla Gaza Freedom March in programma oggi a Gaza, ma che sono rimasti bloccati al Cairo. Dopo le manifestazioni e i presidi dei giorni scorsi, questa mattina si è svolta una marcia di solidarietà con il popolo palestinese. Una marcia non autorizzata dalla polizia egiziana, che per bloccare i pacifisti li ha caricati.

In particolare, gli attivisti si sono trovati schiacciati da un triplice cordone di poliziotti, che hanno stretto i pacifisti. La tensione era forte e ad un certo punto la polizia ha iniziato a caricare i manifestanti davanti al museo egizio. Tra i due feriti italiani una è Paola Mattavelli, varesina, che ha ricevuto – così pare – un pugno nel viso mentre stava aiutando una donna finita a terra.

Un episodio che va inquadrato in una situazione da “Stato di polizia”, come racconta un altro varesino che sta partecipando all’iniziativa, Marco Tamborini. “Siamo sempre sotto controllo, tutte le delegazioni, ma in particolare quella italiana. Anche quando saliamo sui taxi”. A questo punto è stata accantonata l’ipotesi di raggiungere Gaza. E la delegazione italiana (140 pacifisti, di cui 12 varesini) sta preparandosi a fare ritorno in patria.

31 dicembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi