Germignaga

Germignaga, con “ul Vecc” brucia la H1N1

"Ul Vecc" a Germignaga

Un altro anno si appresta a concludersi e come tradizione ormai consolidata, Germignaga si appresta a chiuderlo virtualmente in anticipo rispetto all’ora canonica della mezzanotte del 31 dicembre, con l’attesa manifestazione del “Se brüsa ul Vécc?”, la quale avrà inizio alle ore 17.30 di giovedì 31 dicembre nella bellissima cornice “del Cantun”, una delle contrade più vecchie, vitali e caratteristiche del paese.

Da diversi decenni è usanza dare l’addio all’anno che si sta concludendo con uno spettacolo pirotecnico che accompagna il rogo di un fantoccio in cartapesta, di dimensioni considerevoli (frequentemente di oltre quattro metri di altezza), collocato nel greto del torrente San Giovanni. Una manifestazione praticamente unica nel suo genere in tutta la provincia, che ogni anno attira sempre più persone anche da altri paesi, per uno scambio di auguri in allegria.

Spesso il tema della realizzazione è stato ispirato da momenti di vita comune di paese o a fatti di cronaca avvenuti nell’anno che si sta concludendo. E’ proprio il caso di quest’anno dove il nostro povero vecchio è rimasto colpito dalla famigerata influenza H1N1 che tanto ha spaventato nei mesi passati, ma che forse è stata eccessivamente enfatizzata. Quale migliore auspicio di debellarla definitivamente, almeno a Germignaga, dando fuoco ad un fantoccio allettato?

E’ possibile godere di questo vaccino senza controindicazioni, che sarà gratuitamente somministrato a tutti i presenti. Naturalmente accompagnato da cioccolata calda e vin brulé offerti da Pro Loco e Amici del Cantun e le sempre gradite note della banda.

29 dicembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi