Varese

Chiodi: un omaggio a mio padre

Andrea Chiodi

Regista e inventore di questo Presepe Vivente è senza dubbio Andrea Chiodi, attore e regista varesino. E’ emozionato prima che la rappresentazione decolli davanti ad una piazza gremita di varesini. Ricorda con un po’ di nostalgia il primo Presepe, dieci anni fa. “Era dedicato a San Francesco d’Assisi, il santo che per primo realizzò il Presepe”. Quali le differenze con oggi? “L’organizzazione e l’entusiasmo erano gli stessi. Ma io avevo soltanto vent’anni. E facemmo quel primo Presepe quasi come una scommessa”.

E quale la filosofia di questa rappresentazione dal titolo “Il custode del Presepe”? Chiodi ci pensa e poi, un po’ commosso, risponde: “E’ incentrato sulla figura del padre. Ne ho sentita la necessità dopo la scomparsa di mio padre Carlo, un grande ammiratore di questa rappresentazione”. Ne parlavano spesso, padre e figlio, si scambiavano opinioni. “Mi dava anche consigli. E oggi spesso ne sento la mancanza”.

23 dicembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi