Varese

Dipendenti comunali, passa l’accordo. Sconfitti i falchi

IMG_1379Una vertenza dura, proseguita per mesi, con continui “stop e and go” nella trattativa. E poi con l’atto finale, con la tensione che si toccava con mano, dell’occupazione del Salone Estense mentre era in corso il Consiglio comunale, con la polizia che valutava di entrare in forze. Fortunatamente si tratta ormai di un ricordo lontano: nell’assemblea dei  dipendenti del Comune di Varese che si è svolta questa mattina, con la partecipazione di un terzo dei mille lavoratori, si è acceso il semaforo verde alla proposta formulata dalla giunta.

Sì, dunque, all’offerta lanciata dal vicesindaco De Wolf e dal segretario generale Ciminelli di alzare il fondo produttività a 450mila euro circa, una cifra confermata anche per il prossimo anno. Via libera anche alla progressione orizzontale riservata a più di 600 dipendenti aventi diritto (non si alzeranno di livello, ma avranno più soldi) per il biennio 2009-2010. Sale anche a 220mila euro (8mila euro in più) il fondo risorse decentrate, che sarà impiegato per garantire le indennità di turno (il quarto turno notturno della polizia locale), un’ipotesi che aveva fatto scendere in campo i vigili, contrari a questa decisione.

A questo punto, con il sì unanime dei lavoratori comunali riuniti in assemblea (tranne pochi astenuti), il sindacato firmerà l’accordo con Palazzo Estense. Una conclusione positiva, raggiunta anche per la capacità di mediazione svolta da esponenti della maggioranza, che sono riusciti a stoppare i falchi che, dentro la stessa maggioranza,  puntavano ad un muro contro muro come nella precedente vertenza dei ghisa alla vigilia della Notte Bianca.

16 dicembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi