Varese

Colombo presidente della Servizi Sociali

Il presidente Aldo Colombo

Il presidente Aldo Colombo

Riparte finalmente l’attività della Commissione Servizi Sociali del Comune di Varese, dopo le lunghe polemiche che hanno accompagnato la precedente presidenza, quella del leghista Emanuele Monti, che hanno paralizzato i lavori per mesi. Ieri sera si è riunita la Commissione con i nuovi componenti per eleggere il nuovo vertice. Hanno partecipato al voto, per la maggioranza Aldo Colombo (Pdl), Giulio Moroni (Lega Nord), Ennio Imperatore (Udc), e per le opposizioni Roberto Molinari (Pd), Angelo Zappoli (La Sinistra), Pippo Pitarresi (Comunisti italiani), Antonio Brugognone (Movimento Libero), e il socialista Claudio Vanetti.

La seduta aveva all’ordine del giorno l’elezione di presidente e vicepresidente della Commissione Servizi Sociali: è stato eletto presidente Aldo Colombo, esponente niellino del Pdl, già capogruppo di Forza Italia in Consiglio comunale, e tra i candidati al coordinamento cittadino del Pdl. Colombo è stato votato dai commissari di maggioranza, oltre a Vanetti (che però è di fatto schierato con la maggioranza) e a Molinari. Si sono astenuti gli altri esponenti della minoranza.

Unanimità, invece, per l’elezione del vicepresidente della Commissione: tutti i commissari hanno votato per il leghista Giulio Moroni, che ha ottenuto il previsto appoggio delle minoranze. Un gesto, quest’ultimo, che la dice lunga sul clima più collaborativo e disteso della nuova Commissione Servizi Sociali, dopo le violente polemiche che l’avevano accompagnata negli ultimi mesi. Resta ora da vedere se verrà meno il contrasto frequente tra la Commissione e l’assessore Gregorio Navarro su alcuni temi caldi, come, per esermpio, quello dei rifugiati.

16 dicembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi