Varese

Moroni o Colombo alla commissione Servizi Sociali? Molinari (Pd): bene entrambi

Roberto Molinari (Pd)

Roberto Molinari (Pd)

Questa sera riunione decisiva della commissione Servizi Sociali del Comune di Varese per la scelta del nuovo presidente. Un appuntamento che viene dopo che, in seguito alle dimissioni di tutti i commissari, e al “rimpasto” di maggioranza, ora deve essere scelto l’uomo che sostituirà il leghista Emanuele Monti.Sono entrati nella nuova commissione: per la maggioranza Aldo Colombo (Pdl), Giulio Moroni (Lega Nord), Ennio Imperatore (Udc), e per le opposizioni Angelo Zappoli (La Sinistra), Pippo Pitarresi (Comunisti italiani), Alessio Nicoletti (Movimento Libero). Ne fa parte anche Roberto Molinari, consigliere Pd, che più di ogni altro ha contribuito a sbloccare la situazione.

Molinari, come giudica il nuovo assetto della commissione Servizi Sociali?

Positivamente, dato che, per la maggioranza, sono entrati consiglieri con una sensibilità e un’attenzione importante per il mondo sociale, come nel caso del leghista Moroni, una persona stimabile e moderata.

Perché ha criticato tanto duramente la precedente gestione della commissione?

Per la gestione molto politicizzata del presidente Monti, che puntava soprattutto a polemizzare con l’assessore ai Servizi Sociali (Gregorio Navarro, Udc, ndr.), che spesso dimenticava che questa commissione serve per mediare tra i bisogni, spesso drammatici, della gente e le istituzioni.

Dunque, questa sera potrebbe essere il momento di una svolta?

E’ ciò che auspico. Auspico che questo sia uno spazio di confronto e con una gestione bipartisan, come era avvenuto quando a presiederla c’era il leghista William Malnati che fu votato anche dalle opposizioni.

Come nuovo presidente della commissione, meglio il leghista Moroni o il Pdl Colombo?

Sarebbero entrambi buoni presidenti.

15 dicembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi