Volontariato

Cena a Villa Panza della Fondazione Anna Villa e Felice Rusconi. Per il Ponte del Sorriso

A sinistra, Emanuela Crivellaro

A sinistra, Emanuela Crivellaro

Una cena davvero con il cuore, quella che si è tenuta ieri sera a Varese. Nella splendida cornice di Villa Panza, circa duecento persone hanno partecipato ad uno degli eventi più importanti in vista del Natale. Non solo per ritrovarsi e scambiarsi gli auguri, ma, soprattutto, per fare del bene. La Fondazione Anna Villa e Felice Rusconi ha organizzato questa iniziativa per raccogliere fondi per Il Ponte del Sorriso e per la ricerca IEO.

L’obiettivo è stato centrato, grazie anche a tanti sponsor che hanno messo in palio, per una lotteria, bellissimi premi. Clima elegante, piatti raffinati, ecco gli ingredienti che hanno fatto di questa cena, un momento partircolarmente piacevole. Ma anche coinvolgente. Toccante è stata infatti la testimonianza di Tomaso Siccardi, vicepresidente della Fondazione, quando ha spiegato le motivazioni che l’hanno spinto ad accettare la carica. E’ l’amore per la mamma Marinella, il motivo per il quale ha deciso di impegnarsi a far crescere la Fondazione. E al suo fianco ha voluto il papà Antonio.

Un abbraccio emozionante tra padre e figlio ha commosso tutti gli ospiti. Tomaso ha anche ricordato l’amatissimo nonno Felice Rusconi, sottolineando il forte legame con gli zii, Noè e Luisa Angela Rusconi, che rende questa famiglia, unita nella beneficenza, per poter aiutare tante belle realtà del territorio. Realtà come il Ponte del Sorriso, sostenute dal Comitato Tutela Bambino in Ospedale che è presieduto da Emanuela Crivellaro.

14 dicembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi