Calcio

Varese, sberla a Cremona. E la Pro Patria colleziona pareggi

momentèÈ sempre double face il Varese: in questo girone d’andata ha costruito la sua classifica da applausi sulle 9 vittorie casalinghe, ma appena imbocca l’Autolaghi è un Sansone rapato a zero. Il 4-1 buscato a Cremona aggiorna in peggio la deludente contabilità esterna: i 6 punti presi fin qui fuori casa sono da retrocessione. Un ruolino che forse, alla lunga, costerà i playoff. Non sorridono neppure i cugini di Busto: 1-1 a Lumezzane, ennesimo pareggio ed ennesimo rinvio dell’approdo nel mare della tranquillità.

Qui Varese. Biancorossi senza timore nella tana della reclamizzata Cremonese, accompagnati da cinque pullman di tifosi, segno dell’entusiasmo che circonda la squadra. Peccato che sia un’altra trasferta senza gloria, nonostante le valide premesse e l’ottimo avvio. In assenza di Ebagua segna Momentè (23’: gran tiro di Buzzegoli, respinta del portiere, assist di Tripoli), ma è l’unica cosa buona che combina (nella foto): la punta di scuola interista si mangia il raddoppio e in chiusura di primo tempo Guidetti pareggia il conto. Nella ripresa il Varese, pur senza brillare, controlla agevolmente fino al clamoroso black-out che in una manciata di minuti, a metà tempo, gli costa la partita: la Cremo si issa sul 4-1 (22’ Guidetti, 26’ Bianchi, 30’ Coda) sfruttando un’incredibile sequenza di strafalcioni difensivi. Cose davvero non da Varese. Il secondo posto al momento è dei grigiorossi: per la banda Sannino non c’è certo da preoccuparsi, visto che l’obiettivo principale è la permanenza, ma da riflettere sì. E bisogna dimenticare subito: domenica c’è un altro viaggio duro, in quel di Perugia, ancora senza Giulio Ebagua.

Qui Pro Patria. Quarto pareggio consecutivo per i tigrotti, che rimontano il Lumezzane ma non decollano. In formazione rimaneggiata per infortuni e squalifiche, la Pro bada anzitutto a non prenderle: ritmo sonnolento, un’occasione per Baù (che da ottima posizione centra il portiere) e poco d’altro. La partita da 0-0 si sveglia all’improvviso al 20’ della ripresa, quando Grippo trova il pertugio giusto. Cosco allora punta le sue fiches su Ripa e Sarno e i due subentrati lo ripagano confezionando il pari al 31’: cross dell’ex granata e zuccata vincente del bomber. Al giro di boa i biancoblù sono in piena lotta salvezza: i miglioramenti sono troppo lenti per parlare di crisi passata.

17ª giornata: Arezzo-Alessandria 1-0, Benevento-Viareggio 1-2, Cremonese-Varese 4-1, Foligno-Perugia 1-2, Lecco-Como 0-0, Lumezzane-Pro Patria 1-1, Monza-Figline 2-2, Paganese-Novara 0-0, Sorrento-Pergocrema 0-0.

Classifica: Novara 37; Cremonese 36; Varese 33; Arezzo 31; Perugia 28; Benevento 26; Lumezzane 25; Alessandria 23; Lecco, Foligno, Monza 20; Sorrento, Viareggio, Figline 18; Pro Patria 17; Como, Pergocrema 16; Paganese 12.

13 dicembre 2009 Stefano Affolti s.affolti@varesereport.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi