Chiesa

Lega Nord sotto il tiro anche del giornale diocesano

Il cardinale Dionigi Tettamanzi

Il cardinale Dionigi Tettamanzi

Anche la diocesi milanese scende in campo contro il Carroccio ed interviene direttamente sugli sconcertanti attacchi portati alla figura del Cardinale Tettamanzi all’indomani del recente Discorso alla città. Lo fa attraverso “Milano 7”, inserto domenicale del quotidiano cattolico “Avvenire”. Una presa di posizione che giunge a corollario di decine e decine di interventi che hanno espresso il più totale sostegno al capo della Chiesa ambrosiana.

A prendere la parola, con un’intervista, è l’autorevole rettore dell’Università Cattolica di Milano, Lorenzo Ornaghi, illustre politologo e allievo di Gianfranco Miglio, l’ideologo della Lega. Ornaghi parla di un vero e proprio “corto circuito che la Lega poteva e doveva evitare”. Continua Ornaghi: “stupisce che persone che detengono o hanno occupato ruoli di responsabilità istituzionale, che hanno il mandato di governare a livello nazionale e amministrare a livello locale, non siano riusciti a percepire che stavano imboccando un piano inclinato davvero pericoloso”.

Non solo. Nell’intervista dell’inserto diocesano, il rettore della Cattolica si sofferma anche sulla campagna relativa ai Crocifissi portata avanti dai sindaci lumbard. “La strumentalizzazione dei simboli cristiani come fattore di contrapposizione è perlomeno pericolosa e rischia di essere provocatoria, quando si pone come alternativa all’autentica comunione ecclesiale”.

Posizioni, quelle del Carroccio, che hanno messo in imbarazzo gli stessi alleati di area cattolica, come ha dimostrato, nell’intervista che abbiamo pubblicato su “Varesereport”, l’assessore alle Infrastrutture del Pirellone, Raffaele Cattaneo.

13 dicembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi