Teatro

Enrico Brignano, romano malgrado tutti

Enrico Brignano

Enrico Brignano

Un comico di razza che spesso dal piccolo schermo fa qualche incursione nel mondo del palcoscenico. Al Teatro Apollonio di Varese, e nell’ambito del cartellone del Teatro di Varese, martedì 15 dicembre, alle ore 21, Enrico Brignano proporrà il suo spettacolo “Sono romano ma non è colpa mia”, un esilarante testo diretto e firmato dallo stesso attore comico, in collaborazione con Mario Scaletta. Le musiche sono di una grande firma, Armando Trovajoli, e sono eseguite dall’orchestra diretta dal maestro Federico Capranica. Uno spettacolo che giunge nella città giardino dopo uno strepitoso successo teatrale e televisivo.

Uno show che dà voce a sentimenti ed emozioni. Brignano riflette ad alta voce, dà corpo ai ricordi di famiglia ma di una famiglia allargata, che risalendo di nonno in nonno, arriva fino a nonno Romolo, primo re di Roma. Ma fuori dal nido degli affetti familiari, anche di quelli più lontani nel tempo, ce n’è per tutti, nessuno escluso: tempo di bilanci, di riflessioni e di speranze per il futuro, con un’ispirazione sempre educata a volte surreale e mai volgare, con uno spettacolo che ha come unica grande pretesa, quella di far trascorrere una serata divertente.

Nei suoi esilaranti monologhi, Brignano mette alla berlina vizi e virtù degli uomini di oggi, dalle paure alle manie che ciascuno serba in cuore: un viaggio tra le piccole e grandi nevrosi degli italiani. Ma in questo viaggio fortunatamente viene in soccorso , anzi in “Pronto soccorso” la risata come un sorso d’acqua fresca, capace di mandar giù e per un attimo far dimenticare qualsiasi boccone amaro. “Sono romano ma non è colpa mia” perché abitare nella capitale comporta una responsabilità non indifferente: saper far meglio di chi è venuto prima di noi, molto prima di noi.

13 dicembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi